Home News Treni bloccati, incendio a Firenze spezza l’Italia in due: disagi enormi –...

Treni bloccati, incendio a Firenze spezza l’Italia in due: disagi enormi – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50
CONDIVIDI
treni bloccati
Disagi per treni bloccati da nord a sud – FOTO: Twitter

Un incendio di natura dolosa ad una cabina ha portato alla cancellazione ed a ritardi anche di ore di numerosi convogli. Treni bloccati da Nord a Sud.

Oggi treni bloccati sulla linea Milano-Roma-Napoli. Colpa di un incendio di natura dolosa ad una cabina elettrica situata appena fuori Firenze, che ha costretto gli addetti ai lavori ad agire con notevoli ritardi. In alcuni casi c’è chi ha dovuto aspettare anche tre ore più del dovuto rispetto ai tempi prestabiliti. Il traffico ferroviario è anche stato sospeso a partire dalle 05:10 di questa mattina tra Rovezzano e Firenze Campo Marte, sia sulla linea Direttissima che sulla tratta convenzionale che collega il capoluogo toscano con Roma. Dopo diverso tempo è stato poi ripristinato il collegamento, ma con tutti i disagi che il rallentamento ha comportato. Su questo incendio sta ora indagando l’Autorità Giudiziaria, ignoti gli autori del deprecabile atto di teppismo. RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ha parlato di quanto successo in una nota ufficiale, confermando il dispiegamento delle proprie squadre di tecnici oltre che della presenza di alcuni rappresentanti dell’Ordine.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Treni bloccati, disagi pesantissimi con ritardi notevoli e cancellazioni

Grossi problemi si sono avuti sia per raggiungere città come Milano e Bologna verso nord che Napoli in direzione opposta. Trenitalia a sua volta ha informato i viaggiatori che la riprogrammazione del servizio offerto richiederà per forza di cose cancellazioni e limitazioni delle corse consuete. Le compagnie coinvolte non mancano comunque di fornire regolari aggiornamenti, provando a limitare al massimo i disagi per chi deve spostarsi. Intanto questa brutta notizia dei treni bloccati giunge a pochissima distanza dall’annunciato maxi-sciopero dei trasporti previsto per mercoledì 24 luglio. In tale data i lavoratori deputati al trasporto ferroviario e non solo rimarranno fermi, come fatto sapere polemicamente contro il Governo dai sindacati di categoria. E venerdì 26 toccherà poi ai trasporti aerei. Intanto si indaga contro ignoti per questo atto di vandalismo.