CONDIVIDI
bandiere arancioni abruzzo marche
Il borgo di Scanno (iStock)

Bandiere Arancioni 2019: due nuove premiate in Abruzzo e Marche dal Touring Club Italiano.

Non solo Bandiere Blu. Crescono in Italia i comuni premiati con la Bandiera Arancione, il riconoscimento assegnato dal Touring Club Italiano ai piccoli borghi italiani che offrono un turismo di qualità che valorizza il territorio e rispetta l’ambiente.

Le ultime Bandiere sono state assegnate ai comuni di Scanno, in Abruzzo, a Amandola, nelle Marche. Salgono così a 241 le Bandiere Arancioni assegnate dal Touring Club ad altrettanti comuni italiani, luoghi pittoreschi che offrono un turismo di eccellenza, dove andare alla scoperta di tradizioni culturali e sapori tipici locali e ammirare le bellezze paesaggistiche di un territorio in cui architettura urbana e paesaggio naturale si fondono in modo armonioso. Scopriamo insieme i nuovi borghi premiati.

Leggi anche -> Borghi del Piemonte: tre nuove Bandiere Arancioni del Touring Club

bandiere arancioni abruzzo marche
Amandola (iStock)

Bandiere Arancioni 2019: premiate in Abruzzo e Marche

I borghi italiani si confermano come mete top del turismo italiano, non solo per il fascino dei loro piccoli centri che conservano strutture e tradizioni antiche, ma anche per la qualità dell’accoglienza, con una ricettività d’eccellenza e un’attenzione alla sostenibilità ambientale. I borghi sono le destinazioni più ricercate dai turisti italiani in cerca di tranquillità e dagli stranieri che sognano di andare alla scoperta dell’Italia più autentica. Per questo esistono dei sistemi di certificazione delle località migliori. Come le Bandiere Arancioni assegnate dal Touring Club Italiano.

La Bandiera Arancione viene attribuita ai borghi dell’entroterra con meno di 15mila abitanti, che devono soddisfare requisiti di eccellenza in termini di accoglienza, ospitalità e servizi per il turista, pregio architettonico e paesaggistico e ottimo stato di conservazione dei centri urbani, tutela del territorio e delle tradizioni, rispetto dell’ambiente e sostenibilità ambientale.

Sono saliti a 241 i comuni italiani premiati con la Bandiera Arancione. Gli ultimi ingressi sono quelli di Scanno, famoso borgo abruzzese della provincia dell’Aquila, e Amandola, borgo del Parco dei Monti Sibillini in provincia di Fermo, nelle Marche. Con Scanno la provincia dell’Aquila ottiene la sua terza Bandiera Arancione, mentre salgono a 7 quelle complessive dell’Abruzzo Bandiere. Amandola è la seconda Bandiera Arancione della provincia di Fermo e porta le Bandiere totali delle Marche a quota 23, confermandosi la Regione una delle più premiate d’Italia, terza dopo Toscana (38 Bandiere) e Piemonte (31).

Amandola, provincia di Fermo (Marche)

bandiere arancioni abruzzo marche
Mura di Amandola (Zorro2212, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Amandola è un delizioso borgo delle Marche che si affaccia sulla catena dei Monti Sibillini e si trova ai margini dell’omonimo Parco Nazionale. Purtroppo è uno dei comuni delle Marche che sono stati gravemente danneggiati dal terremoto del 2016, ma è stato in grado di ripartire, mantenendo elevati livelli di qualità nell’accoglienza turistica. Il riconoscimento della Bandiera Arancione è anche un incoraggiamento da parte del Touring Club a risollevarsi dalle criticità del terremoto.

La cittadina fa parte della Comunità montana dei Sibillini, che comprende comuni delle province di Ascoli Piceno e Fermo. È considerata la porta est di accesso Parco Nazionale dei Monti Sibillini ed è uno dei centri principali della zona, per il patrimonio storico-culturale e per il pregio ambientale e paesaggistico. Il centro storico ben conservato offre numerosi monumenti ed edifici di pregio, come il Torrione del Podestà, il santuario del Beato Antonio, risalente al XIV secolo, Porta San Giacomo e il Museo del paesaggio. Il territorio di Amandola è ideale per gli amanti dello sport all’aria aperta, qui infatti si possono fare escursioni, a piedi o in mountain bike, e kayak e vela sul lago di San Ruffino.

Amandola, spiega il Touring Club Italiano, è stata premiata con la Bandiera Arancione per il centro storico, caratteristico e ben conservato, immerso in un contesto naturalistico di grande pregio. Il borgo offre diversi punti di vendita di prodotti tipici e offre un efficiente servizio di informazioni turistiche.

Scanno, provincia dell’Aquila (Abruzzo)

bandiere arancioni abruzzo marche
Scanno, L’Aquila, Abruzzo (IStock))

Scanno è il borgo abruzzese famoso per essere stato immortalato dagli scatti dei grandi fotografi Henri Cartier-Bresson, Berengo Gardin e Mario Giacomelli. Le immagini in bianco e nero delle case antiche arrampicate sulla montagna, i suoi vicoli, le scalette e gli abitanti, su tutti le donne in costume tradizionale, hanno fatto il giro del mondo. Il comune fa già parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia. Sorge a 1050 metri di quota su un pendio della Montagna Grande, che sovrasta il vicino, omonimo lago di Scanno, situato però fuori dal borgo. Scanno è circondato dai Monti Marsicani e si trova ai confini del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Il borgo di Scanno è molto caratteristico e offre un ambiente di altri tempi, dove si può conoscere com’erano gli antichi borghi abruzzesi di montagna. Il suo centro storico è formato da case a schiera, palazzi nobiliari, scalinate, archi e altri elementi architettonici di pregio. Da visitare, nella piazza principale, la chiesa di S. Maria della Valle, mentre una breve scalinata nelle vicinanze porta alla chiesa di S. Maria delle Grazie. Piazza San Rocco è uno dei luoghi più caratteristici del borgo, qui si affaccia palazzo Mosca, elegante edificio residenziale. Da visitare anche il Museo della lana, nel quartiere della Codacchiola. Il territorio di Scanno e soprattutto il suo lago offrono molte occasioni di fare sport all’aria aperta: trekking, escursioni in mountain bike e a cavallo, seguendo i numerosi sentieri presenti, canoa e windsurf. Nelle vicinanze si trova il comprensorio sciistico del monte Rotondo e del passo Godi. Scanno offre anche numerose eccellenze gastronomiche, dai formaggi ai salumi e i dolci tipici come i Mostacciuoli e il Pan dell’orso.

La cittadina di Scanno è stata premiata con la Bandiera Arancione, spiega il Touring, per il valore e la varietà del patrimonio storico-artistico uniti al contesto naturalistico di pregio. Le tradizioni e i prodotti tipici sono ben promossi e acquistabili in diversi punti vendita del centro storico. Inoltre è presente un efficiente servizio di informazioni turistiche.

Per ulteriori informazioni sulle Bandiere Arancioni: www.bandierearancioni.it

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore