Home News Rifiuta di abortire il figlio malato e accade il miracolo: il bimbo...

Rifiuta di abortire il figlio malato e accade il miracolo: il bimbo salva la vita alla mamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52
CONDIVIDI
accade il miracolo: il bimbo le salva la vita
(Facebook)

Una donna ha rifiutato di abortire nonostante i medici le abbiano detto che il figlio era malato e non sarebbe sopravvissuto. La scelta compiuta le ha salvato la vita.

Ci sono momenti nella vita in cui gli eventi si concatenano in un modo talmente incredibile da non poter essere spiegati razionalmente( basti pensare al diciassettenne risvegliatosi dal coma dopo che era stata staccata la spina). C’è chi queste eventi inspiegabili li chiama coincidenze e chi crede invece che la vita di ognuno sia parte di un disegno più grande e ci sia qualcuno che stabilisce gli accadimenti. Di questo avviso è la coppia spagnola che ha rivelato un evento inspiegabile al quotidiano ‘Sempre Familia‘. Tutto è iniziato quando Simone Marchesine ed il marito, già genitori di una bambina, hanno scoperto che la loro famiglia si sarebbe allargata.

La notizia ha riempito il loro cuore di gioia ed avevano già deciso il nome del bambino (Lucas), ma al primo controllo ginecologico in cui era possibile vedere lo stato di salute del piccolo hanno avuto una brutta notizia: il figlio era malato, presentava encefalocele occipitale, agenesia renale, spina bifida e microcefalia. Il medico consiglia alla coppia l’aborto, ma questi lo rifiutano e si decide allora di procedere ad un intervento chirurgico alla 38esima settimana, nella speranza di riuscire a chiudere la calotta cranica del nascituro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Rifiuta di abortire il figlio malato e accade un miracolo

Giunta alla 35esima settimana di gravidanza la donna accusa un malore ed è costretta al ricovero: la gamba si gonfia in maniera anormale e le causa forti dolori. Dalle analisi risulta che si tratta di una trombosi, e viene sottoposta ad un iniezione di anticoagulante. Durante il ricovero il medico le dice qualcosa che la lascia senza parole: “Il suo bambino l’ha salvata, perché la gravidanza ha esercitato una pressione e ha impedito che il coagulo si spostasse. Nelle sue condizioni, potrebbe essere fatale in qualsiasi momento”. Simone ringrazia il figlio per averla salvata e pochi giorni dopo lo partorisce.

La nascita di Lucas è avvenuta il 12 maggio (giorno in cui si celebra la festa della mamma), il piccolo sopravvive solamente per 26 minuti e Simone non riesce nemmeno a vederlo. La donna però è contenta di aver portato a termine la gravidanza e dice: “Mia madre, mia suocera, una mia amica e mio marito mi hanno detto che era bello e perfetto, visibilmente non aveva malformazioni”.