Dino Giarrusso contro le Iene: “Basta con questa storia…”

0
5

Una piccola diatriba vede protagonisti Dino Giarrusso da un lato, e Le Iene (programma di cui il politico pentastellato ha fatto parte) dall’altro: ecco perché.

Iene si nasce, politici si diventa. E’ in fondo questo il messaggio che Dino Giarrusso manda ai suoi ex colleghi de Le Iene. Tra il primo e i secondi è esplosa una piccola diatriba a poco più di due settimane dalle elezioni europee, complice il manifesto elettorale nel quale il politico pentastellato candidato alle prossime Europee si fregia appunto del titolo di Iena. E questo nonostante non lavori più per il programma di Italia 1.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’assist di Quentin Tarantino a Dino Giarrusso

Giarrusso si è giustificato spiegando ai microfoni del Fatto Quotidiano che “in tanti mi chiamano così”. E pazienza se la trasmissione non l’ha presa bene: “Mi ha autorizzato Quentin Tarantino in persona, dicendomi che vuole bene alle Iene ma ora anche basta con questa cosa di usare il nome del suo film per fare audience” ha chiosato con ironia. Poi, più serio: “Ho usato le foto di quando ero Iena perché erano in alta definizione”.

Ai più attenti osservatori, inoltre, non è sfuggito che nel bigliettino e sui manifesti elettorali di Giarrusso manca il nominativo del committente responsabile, imposto da un’apposita legge sulla trasparenza. Il Nostro rassicura tutti, promettendo che sui prossimi ci sarà la dicitura in questione: “Certamente rispetto le regole al cento per cento”. Quanto al suo programma elettorale, sottolinea che è “importantissimo per i miei territori, che dell’Europa hanno tanto bisogno”. Tutto il resto, Iene comprese, può passare in secondo piano…

EDS