Home News Cronaca Aeroporto Fiumicino, blocco informatico per Alitalia: ritardi sui voli

Aeroporto Fiumicino, blocco informatico per Alitalia: ritardi sui voli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:08
CONDIVIDI

Aeroporto di Fiumicino blocco al sistema informatico di Alitalia. Disagi e ritardi sui voli

Domenica di partenze al rallentatore all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino a Roma, il più grande hub italiano e stesse scene di lunghe file al check in e voli in ritardo anche in altri aeroporti del centro-sud. Tutto ciò a causa di un problema tecnico al sistema informatico IBM utilizzato da Alitalia per gestire pressoché tutto: dagli imbarchi al sistema di prenotazione online. Il guasto si è verificato questa notte all’una e per tutta la mattinata di oggi ha creato gravi disservizi.

Imbarchi bloccati, aerei con passeggeri già a bordo che non potevano decollare, mal funzionalità del sito di Alitalia e ovviamente ritardi nelle partenze e negli arrivi. Questi alcuni dei disagi che si sono verificati stamane all’aeroporto di Fiumicino. Nel corso della giornata il personale Alitalia per permettere i check-in registrava i passeggeri scrivendo i nomi a penna. “Ibm, nostro fornitore di servizi informatici – si legge in una nota sui social della Compagnia di bandiera – sta riscontrando seri problemi tecnici che hanno bloccato diverse funzionalità del sito Alitalia e dei sistemi di prenotazione e acquisto online. Siamo al lavoro per ridurre il più possibile i disagi provocati e ritornare al più presto alla normalità”.

Alitalia ha attivato un numero verde gratuito (dall’Italia 800650055 – dall’estero 0039 06 65649) per chi necessitasse di informazioni sullo stato del proprio volo e sulle procedure da seguire.

Intanto la situazione sta lentamente tornando alla normalità. Dalle 11 di stamane i voli hanno iniziato a ripartire sebbene con ritardi di 60/90 minuti. In ogni caso i disagi hanno riguardato solo la compagnia Alitalia, tutto regolare invece nelle partenze delle altre compagnie aeree. La task force messa in campo dall’aeroporto di Fiumicino per consentire di ridurre al minimo i disagi ai passeggeri e non interferire con i piani voli delle altre compagnie ha dato i suoi frutti.