CONDIVIDI
zaniolo fake minacciato morte
(Getty Images)

Su un profilo Facebook intestato a Nicolò Zaniolo è apparso un post in cui il centrocampista avrebbe parlato di minacce di morte, ma si tratta di un fake.

Dopo aver vissuto un inverno da protagonista assoluto, la primavera si sta rivelando amara per Nicolò Zaniolo. Il centrocampista della Roma, arrivato in estate dall’Inter nell’ambito dell’affare Nainggolan, è stato autore di una prima parte di stagione sontuosa. Tocchi di classe, personalità da vendere, prestanza atletica notevole. Insomma, un gioiellino che la Roma si è trovata in casa quasi per caso e che ha naturalmente attirato le sirene dei top club europei. Nell’ultimo periodo, però, il talento giallorosso pare in affanno. La flessione psico-fisica è stata evidente anche nella serata del ritorno a San Siro contro l’Inter, quando Zaniolo si è beccato un giallo pesante al suo ingresso in campo. Era diffidato e salterà la prossima partita. Insomma, un momento con tante ombre e poche luci per il 19enne di Massa.

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Leggi anche -> Nicolò Zaniolo, bella notizia per mamma Francesca Costa: restituita l’auto rubata

Zaniolo choc: “Io minacciato di morte”, ma il profilo Facebook è un fake

Ecco perché hanno fatto parecchio rumore le parole apparse su un profilo social recante le generalità di Nicolò Zaniolo qualche ora dopo la sfida della Roma contro l’Inter. “Mi sto ripromettendo di essere meno generoso con chi non gioisce delle vittorie altrui, con chi è frustrato e cattivo, con chi se la prende con gli altri per ciò che non è riuscito a ottenere per mancanza di talento o di sacrificio”, si legge sul profilo Facebook, anche se la parte più grave è quella in cui si fa riferimento a delle minacce di morte. Insomma, cosa è accaduto a Zaniolo? Nulla. Il profilo dal quale è partita la ‘brillante’ iniziativa è infatti un fake, come ha provveduto a specificare lo stesso club giallorosso. Il centrocampista ha infatti una sola pagina ufficiale sui social ed è quella Instagram. Tanto rumore per nulla, quindi. Nell’era del web, un qualcosa all’ordine del giorno.