CONDIVIDI

età,carriera e storia del direttore d'orchestraRiccardo Muti, chi è: età, vita privata e carriera del celebre direttore d’orchestra napoletano famoso in tutto il mondo e stasera ospite della Carrà. 

Nella puntata odierna di ‘A raccontare comincia tu’ c’è un musicista di fama internazionale e molto conosciuto anche in ambito televisivo: Riccardo Muti. Il noto direttore d’orchestra è stato invitato dalla conduttrice per raccontare la sua vita, parlare dei suoi successi personali e svelare i momenti difficili incontrati durante il percorso. Probabile che la narrazione diventi emotivamente intensa, come successo la settimana scorsa quando Fiorello ha ricordato il giorno in cui è morto il padre. Ma prima di scoprire cosa ha da dire alla Carrà il direttore d’orchestra, ripercorriamo quelle che sono state le tappe fondamentali della sua carriera fino ad oggi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Riccardo Muti: età, carriera e storia del direttore d’orchestra

Nato a Napoli il 28 luglio del 1941, Riccardo Muti cresce a Molfetta, città natale del papà Davide. Nel 1958, dopo la morte del padre, decide di trasferirsi nuovamente nel capoluogo campano, per concludere gli studi classici e intraprendere lo studio al conservatorio San Pietro a Majella. Dopo aver studiato pianoforte con Vincenzo Vitale ed aver ottenuto il diploma al conservatorio con il massimo dei voti, Riccardo lascia la facoltà di Filosofia a Napoli per studiare composizione e direzione d’orchestra a Milano.

Conclusi gli studi ottiene il primo riconoscimento nel 1967, anno in cui gli viene assegnato il premio Cantelli per i giovani direttori d’orchestra. Dall’anno successivo diventa direttore d’orchestra al Maggio Musicale Fiorentino, collaborazione che dura fino al 1980. Nell’86 si consacra divenendo direttore a La Scala di Milano, lavoro che mantiene fino al 2005. Adesso è direttore d’orchestra alla Chicago Symphony Ochestra, dove gli hanno appena rinnovato il contratto fino al 2022. Negli anni passati ha ricevuto tre lauree Honoris Causa: la prima nel 1996 in Musicologia dall’Università di Pavia, la seconda in Lettere Moderne all’Università Federico II di Napoli, e l’ultima in Letteratura e Spettacolo all’Università di Arezzo.