Home News Masterchef, Antonino Cannavacciuolo in lacrime durante l’ultima puntata

Masterchef, Antonino Cannavacciuolo in lacrime durante l’ultima puntata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11
CONDIVIDI
in lacrime durante l'ultima puntata
(Screenshot Video)

L’amatissimo chef televisivo e giudice di Masterchef Antonino Cannavacciuolo si è commosso nel corso dell’ultima puntata del programma, dopo essere stato accanto al suo idolo di gioventù.

Nell’ultima puntata di Masterchef, andata in onda ieri sera, i giudici avevano per i concorrenti una sorpresa speciale in occasione dell’Invention test. Ospite del programma culinario di Sky, infatti, c’era uno dei più grandi chef del mondo, nonché il più giovane a ricevere tre stelle Michelin (a soli 33 anni): Marco Pierre White. Come chi lo ha preceduto, lo chef britannico ha presentato al vincitore della Mistery Box e agli altri aspiranti cuochi tre dei piatti che lo hanno reso celebre e Giuseppe (premiato per la vittoria nella prova precedente) ha deciso di replicare il Filet Mignon con purea di prezzemolo, funghi e cipolle borellate (una preparazione che necessità di 60 minuti di cottura).

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Marco Pierre White lascia lo studio e Antonino Cannavacciuolo di commuove

Gli aspiranti cuochi hanno affrontato la prova con grande entusiasmo, emozionati di avere di fronte uno dei più grandi chef del mondo e galvanizzati all’idea di replicare uno dei piatti che lo ha reso famoso. A conclusione della prova, dopo che l’ospite ha avuto modo di giudicare i tentativi dei concorrenti e li ha lasciati al prosieguo della puntata, ad essere visibilmente emozionato era Antonino Cannavacciuolo.

Lo chef campano è apparso con gli occhi lucidi ed ha confessato ai colleghi: “Mi ha veramente emozionato”. Ovviamente dietro questa reazione emotiva c’è un retroscena, Antonino conosceva sin da ragazzo il lavoro di Marco Pierre White e sin dai primi momenti della sua ormai illustre carriera in cucina, lo chef si è ispirato al suo lavoro e lo ha preso come esempio da seguire in ambito lavorativo. Normale dunque che Antonino fosse emozionato dall’averlo in studio, anche perché anche grazie al suo esempio Cannavacciuolo ce l’ha fatta.