Stasera in tv, Il Collegio: trama e anticipazioni del 26 febbraio

trama e anticipazioni del 26 febbraio
(Screenshot Video)

Questa sera, in onda su Rai Due, ci sarà la terza puntata dell’interessante docu-reality ‘Il Collegio’: trama e anticipazioni del 26 febbraio.

Dopo il buon riscontro di pubblico delle prime due settimane, il docu-reality targato Rai ed in onda su Rai Due, torna questa sera promettendo sviluppi interessanti. Martedì scorso ‘Il Collegio’ ha confermato di avere un forte appeal sui telespettatori italiani, specie quelli che hanno un età compresa tra i 15 ed i 35 (è stato il programma più visto della serata tra gli under 35). Ad attrarre il pubblico è la curiosità scoprire come si evolveranno i rapporti interpersonali tra i giovani, così come di scoprire se le rigide regole del collegio reggeranno con la spinta generazionale e la generale atmosfera di cambiamento che si respira tra i banchi e al di fuori delle aule.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il Collegio: trama e anticipazioni del 26 febbraio

Già settimana scorsa, nel corso della gita al lago, alcuni studenti hanno dato libero sfogo alla creatività utilizzando come tele i propri grembiuli. Un gesto di ribellione alle rigide regole del collegio che è quasi costato l’espulsione a Nicole. Ancora a rischio esclusione ci sono Gabriele, Evan, Matias e Michael, rei di essersi tagliati i capelli secondo i propri gusti, andando contro il regolamento dell’istituto. Gli insegnanti rispondono alle crescenti intemperanze degli alunni rendendo la vita in classe ancora più dura. In questa puntata gli studenti verranno sottoposti a dure interrogazioni e fioccheranno le insufficienze.

La repressione degli insegnanti creerà una frattura tra gli alunni modello e quelli che non riescono a sottostare alle regole, ma anche un desiderio di rivalsa di questi ultimi nei confronti di insegnanti e direttore. In questa atmosfera di tensione giungerà una proposta innovativa del preside, il quale tenderà un’inattesa mano agli studenti più sensibili al cambiamento sociale in atto nel 1968, riusciranno gli studenti a cogliere l’opportunità? Non resta che scoprirlo questa sera.