CONDIVIDI

Festival di Sanremo 2019, tutti i video delle canzoni in gara, le pagelle, i giudizi completi e la nostra personale classifica finale. 

Sanremo 2019

Arisa – Mi sento bene – Voto: 7 Giudizio: commistione di generi, di stili e di registri canori. Una novità nel panorama musicale sanremese che ad alcuni ha fatto storcere il naso. A noi il risultato finale non dispiace.

Paola Turci – L’ultimo ostacolo – Voto: 6 Giudizio: Elegantissima e bella come non mai, la Turci propone una buona canzone che non ha guizzi e che assomiglia a molte altre sue canzoni. Ci si aspettava molto di più da lei.

Simone Cristicchi – Abbi cura di me – Voto: 7,5 – Giudizio: Il suo, come quello di Silvestri con le dovute differenze, è una sorta di teatro canzone do gaberiana memoria. Il risultato non sempre gli è riuscito bene, ma questa volta è una di quelle buone.

Zen Circus – L’amore è una dittatura – Voto: 7,5 – Giudizio: una canzone d’amore sui generis come non se ne sentono spesso a Sanremo. Potente nel testo e nell’incalzare della strofa, originale e “disturbante” al punto giusto. Bella novità (per chi non li conosceva ancora) nel panorama musicale italiano.

Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte – Voto: 6 – Giudizio: canzone tipicamente sanremese (e non è un complimento in questo caso). La sua bella voce meriterebbe canzoni di più alto livello.

Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me – Voto: 8,5 – Giudizio: seria candidata alla vittoria finale, nella seconda serata riceve giustamente una standing ovation da brividi. Canzone immediata e orecchiabile, la sua voce graffia come non mai, intonata come ai tempi d’oro. La musica non è nuovissima nel senso che sa un po’ di già sentito, ma le perdoniamo tutto. La sua grinta la porta più di un gradino sopra molte altre colleghe giovani, ma meno combattive.

Irama – La ragazza con il cuore di latta – Voto: 7,5 – Giudizio: il giovane cantante amato dalle teenager presenta un testo impegnativo che parla di temi molto delicati. La canzone emoziona e passerà molto in radio e confermerà il successo di questo ragazzo di grande talento.

Einar – Parole nuove – Voto: 6,5 – Giudizio: perde la gara tra giovani usciti da Amici con Irama, canzone meno potente e meno centrata. Comunque molto orecchiabile e anche questa sicuramente radiofonica. Un po’ di incertezze vocali nelle esibizioni live.

Ultimo – I tuoi particolari – Voto: 7,5 – Giudizio: serio candidato alla vittoria finale a noi non convince del tutto. La canzone è bella, ma nel suo recente repertorio ce ne sono di decisamente più azzeccate. Nell’esibizione dal vivo ha mostrato molta padronanza nelle note basse e qualche incertezza in quelle alte forse a causa dell’emozione.

Nek – Mi farò trovare pronto – Voto: 6 – Giudizio: tutti ci aspettavamo molto di più da Nek. La canzone è piena di energia, più rock che pop. Nel è in forma e canta bene, ma il pezzo non è memorabile. E’ un’altra buona canzone di Nek, ma non è il brano che ti fa venire i brividi.

Motta – Dov’è l’Italia – Voto: 7 – Giudizio: Un altro volto dell’indie italiano poco conosciuto al grande pubblico. Canzone particolare e non immediata.

Il Volo – Musica che resta – Voto: 5,5 – Giudizio: Genere lontanissimo dall’età dei tre cantanti, canzone vecchio stile che non convince. Arriveranno probabilmente molto in alto in classifica, ma la canzone potrà avere un successo vero solo all’estero.

Ghemon – Rose viola – Voto: 6,5 Giudizio: al netto di un look rivedibile, Ghemon si presenta con una canzone per certi versi sorprendente. Non convince però a pieno.

Federica Carta e Shade – Senza farlo apposta – Voto: 7 – Giudizio: Giovanissimi cantanti, canzone orecchiabile, sanremese, e un duetto venerdì sera che farà brillare gli occhi ai meno giovani con Cristina D’Avena simbolo delle sigle dei cartoni animati anni ’80 e ’90.

Patty Pravo e Briga – Un po’ come la vita – Voto: 7 – Giudizio: Da Patty Pravo ci si aspetta sempre molto. Stavolta non solo si presenta con un look rivedibile, ma la canzone pur essendo interessante nella sua melodia non convince del tutto.

Negrita – I ragazzi stanno bene – Voto: 8 – Giudizio: si presentano in grande spolvero i Negrita con una delle loro più belle canzoni degli ultimi anni. Energia sul palco, melodia, orecchiabilità. Insomma c’è tutto.

Daniele Silvestri – Argento vivo – Voto: 9 – Giudizio: un misto tra rap, teatro canzone, canzone parlata. Chiamatela come volete ma questo pezzo di Silvestri arriva forte come un pugno nello stomaco e non ti lascia più.

Ex-Otago – Solo una canzone – Voto 7 – Giudizio: la canzone è bella ma troppo simile cose già sentite per esempio dai The Giornalisti. Lo stile è quello con alcune piccole differenze che dovrebbero essere più marcate.

Achille Lauro – Rolls Royce – Voto: 7,5 – Giudizio: Canzone controversa che sta scatenando anche molte polemiche. Secondo alcuni è un inno ad una pasticca di droga che si chiama proprio Rolls royce, secondo altri è la nuova “Vita spericolata”.

Boomdabash – Un milione – Voto: 7,5 – Giudizio: il gruppo pugliese porta il reggae pop all’Ariston. Canzone leggera e molto orecchiabile, parte un po’ lunga ma potrebbe essere il pezzo dell’estate 2019.

Francesco Renga – Aspetto che torni – Voto: 7 – Giudizio: nel bene e nel male è il “solito” Renga. La canzone piace, ma non sorprende e non lascia a bocca a aperta.

Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood – Voto: 7 – Dopo i trascorsi problematici nei talent Nigiotti si conferma cantante di ottimo livello, bravo anche nella scrittura dei pezzi.

Nino d’Angelo e Livio Cori – Un’altra luce – Voto: 6 – Giudizio: Il mix di voci e di stili tra i due non funziona benissimo. Musica e testo sono di buon livello, ma è la performance a lasciare perplessi.

Mahmood – Soldi – Voto: 6 – Giudizio: la voce c’è e anche l’originalità, la canzone però non convince e rimane poco.

Sanremo 2019 classifica finale in base ai nostri giudizi

1° Daniele Silvestri
2° Loredana Bertè
3° Negrita
4° Ultimo
5° Irama