CONDIVIDI

Sanremo 2019 coinvolge anche band di genere in tutta Italia, tra le più celebri ci sono i vulcanici Negrita con il brano I ragazzi stanno bene. Ma scopriamo come nasce il gruppo italiano, il tutto condito da piccole curiosità.

I Negrita vengono fondati verso l’inizio degli anni novanta, a Capolona, in provincia di Arezzo. Il gruppo iniziale è composto da: Paolo Bruni, detto Pau, il front man, Enrico Salvi, in arte Drigo, chitarra solista e Cesare Mac Petricich, alla chitarra ritmica. Il basso, la batteria e il pianoforte varieranno nel corso degli anni, ma il trio iniziale rimarrà solido e irremovibile. Il primo vero debutto del gruppo è nel 1994 con l’uscita del primo album Negrita (nome che verrà adottato da ora in avanti, prima il gruppo era conosciuto come Gli Inudibili). Anche se non troppo influente a livello popolare, il giovane gruppo può contare una partecipazione al brano di Ligabue L’han detto anche gli stones e un forte plauso dalla critica musicale. Il 1995 è invece l’anno di Paradisi per illusi, la raccolta porta un cambiamento radicale nella direzione di genere della band.

Negrita, gli anni Duemila e la collaborazione con Aldo, Giovanni e Giacomo

Il 1997 segna per la band una svolta: non solo per la pubblicazione della loro sudatissima terza opera XXX, ma anche per l’inizio di una lunga e fruttuosa collaborazione con il trio comico milanese Aldo, Giovanni e Giacomo. Il trio chiede al gruppo rock – molto colpiti dalla fama che stavano acquisendo – di poter inserire alcuni loro brani nella colonna sonora del loro prossimo film, Tre uomini e una gamba. La scelta affermativa dei Negrita si rivelerà azzeccata, la cooperazione coi comici porterà l’album a vendere oltre 100.000 copie, ottenendo i disco di platino. Nel 1998 il trio comico chiederà alla band di comporre l’intera colonna sonora di Così è la vita. (brani come Heaven #, Pulp e Hollywood Sofà). Nello stesso anno pubblicano Reset, il loro quarto album, che mixando al rock musica elettronica colpisce nel segno vincendo il disco di platino, il secondo della band. Il gruppo così s’inserisce nel panorama internazionale, con la collaborazione di grandi nomi e la pubblicazione di ben nove album (tra i più famosi Déjà vu e Gioia infinita), l’ultimo, Desert Yacht Club, pubblicato solo un anno fa. Il gruppo lavora duramente e raccoglie migliaia di fan in ogni concerto, affermandosi come uno dei gruppi alternative rock più famosi sul suolo italiano. Con alle spalle brani come Rotolando verso sud e Che rumore fa la felicità?, ritenuti veri pezzi d’epoca, la band continua inarrestabile a migliorarsi e a rinnovarsi. I Negrita si esibiranno per la seconda volta sul palco dell’Ariston tra meno di una settimana – la prima volta era stata nel 2013 con l’inedito Tonight – con il brano I ragazzi stanno bene.

Festival di Sanremo 2019: quando inizia, cantanti in gara e ospiti