CONDIVIDI

Finto chirurgo con la terza media, la paziente rivela: “Mi ha sfigurata”. 

Finto chirurgo
(The Associated Press)

E’ sempre più incredibile la storia di Matteo Politi, il finto chirurgo plastico veneziano che operava come se quella fosse la sua professione in Romania. L’uomo di 39 anni, come rivelano ora molti testimoni, ha compiuto almeno dieci operazioni chirurgiche senza avere non solo minima autorità per farlo, ma anche senza avere la minima conoscenza di cosa dovesse fare e delle più elementari nozioni di medicina. «Era un disastro con le procedure standard. Non disinfettava nulla, lavorava senza guanti e senza nemmeno lavarsi le mani» hanno detto alcuni colleghi ed infermieri che lo hanno visto all’opera in sala operatoria. Detto che verrebbe da dire come mai non abbiano denunciato prima questa cosa, il fatto rimane gravissimo e incomprensibile.

La testimonianza choc di una paziente: “Mi ha sfigurata”

Ora che questa storiaccia è venuta a galla arrivano anche le prime testimonianze di pazienti del finto chirurgo. Una donna racconta: “Mi ha sfigurata, mi ha ridotto il naso come una cotoletta e davanti alle mie proteste ha detto ‘Signora, è l’età. In fin dei conti lei ha 60 anni, i tessuti non reggono'”. Al momento l’uomo è stato arrestato con le accuse di frode continuata e di esercizio abusivo della professione, ma con testimonianze come queste il suo quadro accusatorio potrebbe diventare molto più grave fino ad arrivare anche al tentato omicidio. E’ emerso inoltre nelle ultime ore come Politi si sia avvalso della collaborazione di un finto avvocato per produrre tutti i falsi documenti che lo facevano passare per un luminare della chirurgia con titoli e specializzazioni prese nelle più importanti università europee ed americane. A proposito del ruolo di questo finto avvocato la direttrice della comunicazione degli ordini professionali romeni, Monica Cercelescu spiega: “l nome di quell’uomo non compare nella lista degli avvocati romeni. C’è un’indagine in corso, non sappiamo esattamente cosa sia successo, se quella persona si sia presentato come legale o come suo agente. Di certo c’è, ribadisco, che non è un avvocato”.