CONDIVIDI
carnevale rio de janeiro 2019 vaccinazione
Carnevale di Rio De Janeiro (Ben Tavener, CC BY 2.0, Wikicommons)

Carnevale di Rio de Janeiro 2019: consigliata la vaccinazione ai viaggiatori che si recheranno in Brasile.

Se avete programmato un viaggio a Rio de Janeiro per partecipare al Carnevale, dovete sapere che ci sono alcuni accorgimenti da prendere prima di partire. Su tutti quelle precauzioni in ambito sanitario per le quali non si è mai troppo prudenti. A questo proposito, l’ECDC, il Centro europeo per il controllo delle malattie , consiglia di controllare il proprio stato vaccinale prima di partire per il Brasile e di mettersi in regola con le vaccinazioni. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Leggi anche –> Offerte viaggio per andare al Carnevale di Rio de Janeiro 2019

Carnevale di Rio de Janeiro 2019: vaccinatevi prima di partire

Manca poco meno di un mese al Carnevale di Rio de Janeiro 2019 e se siete tra coloro che partiranno alla volta del Brasile per assistere a questo straordinario spettacolo dovete sapere che è consigliata la vaccinazione prima di partire. La raccomandazione viene dall’ECDC, il Centro europeo per il controllo delle malattie, che consiglia a tutti gli europei che andranno a Rio di vaccinarsi contro le comuni malattie infettive prevenibili con la vaccinazione, quelle che circolano anche da noi, e contro quelle tipicamente tropicali, che potreste contrarre in Brasile. È importante proteggersi per evitare conseguenze che possono essere gravi.

Il Brasile è un Paese a rischio per alcune malattie infettive tropicali. Inoltre, il Carnevale di Rio è un evento imponente e affollatissimo a cui partecipano decine di migliaia di persone, pertanto la trasmissione di malattie infettive è molto facile. Nel 2017 hanno partecipato al Carnevale di Rio 470 mila visitatori europei, provenienti soprattutto da Portogallo, Francia e Regno Unito.

Lo Stato di Rio de Janeiro è una delle aree del Brasile a rischio di febbre gialla: tra giugno 2018 e il 18 gennaio 2019, sono stati segnalati 12 casi di febbre gialla confermati, e 116 sospetti in tutto il Paese. Prima di partire per il Brasile, dunque, è consigliabile chiedere al medico informazioni sul vaccino contro la febbre gialla, che va fatto almeno 10 giorni prima della partenza.

Aree di rischio in Brasile per febbre gialla, da novembre 2018 (ecdc.europa.eu)

Poi c’è il rischio di altre malattie veicolate dalle zanzare, come dengue, chikungunya e virus Zika. In Brasile, nel 2018 ci sono stati infatti 174 mila casi di dengue, 90 mila di chikungunya (di cui quasi la metà a Rio de Janeiro) e 8 mila probabili di Zika (di cui oltre 2 mila a Rio).

Poi, anche in Brasile sono in corso epidemie di morbillo: con 10 mila casi confermati nel 2018, soprattutto negli Stati di Amazonas e Roraima.

Pertanto, l’ECDC consiglia di controllare il proprio stato di vaccinazione prima della partenza per:

  • verificare di essere in regola con i vaccini per morbillo, rosolia, difterite, tetano e polio
  • e per fare i vaccini per epatite A, meningococco, febbre tifoide e febbre gialla.

Durante il Carnevale di Rio, poi, l’ECDC raccomanda di seguire le normali misure di igiene e di protezione dal morso delle zanzare, e adottare precauzioni per i rapporti sessuali per evitare il contagio di malattie come gonorrea, sifilide, hiv, epatite B e C. Infine, se una volta tornati a casa ci si ammala, bisogna segnalare al medico la propria permanenza in Brasile.

Maggiori informazioni sul sito web dell’ECDC a questa pagina: Rio Carnival 2019, Rio de Janeiro, Brazil

Vi ricordiamo inoltre il nostro articolo: Vaccinazioni di viaggio: quali sono necessarie all’estero

Il portale web della Farnesina Viaggiare Sicuri raccomanda di stipulare una polizza assicurativa per le spese mediche, prima di partire per il Brasile. Si raccomanda una polizza che copra le spese e l’eventuale rimpatrio sanitario in aereo. Tutte le informazioni sulla scheda dedicata al Brasile.

Sempre dal portale Viaggiare Sicuri, vi segnaliamo anche il Vademecum per i Viaggiatori.

 

A cura di Valeria Bellagamba