Home Meteo Giorno della Marmotta 2019: le previsioni meteo

Giorno della Marmotta 2019: le previsioni meteo

CONDIVIDI
giorno della marmotta 2019

Il 2 febbraio è il Giorno della Marmotta negli Stati Uniti: le previsioni sull’inverno 2019 le fa Phil

Le previsioni meteo sulla durata dell’inverno 2019 sono come ogni anno affidate a Phil, la marmotta. Il 2 febbraio si celebra negli Stati Uniti e in Canada il Giorno della Marmotta, il ‘Groundhoh Day‘: tutti gli occhi degli statunitensi e non solo sono puntati sulla cittadina di Punxsutawney, in Pennsylvania, per osservare il comportamento di Phil, una marmotta. Questa tradizione risale al 1887 e da allora ogni 2 febbraio si guarda a cosa fa la marmotta mascotte di questa cittadina per capire quanto ancora durerà l’inverno.

Questa tradizione statunitense si celebra lo stesso giorno della nostra Candelora segno delle origini simili delle due manifestazioni – il giorno della marmotta discende da tradizioni germanico-celtiche – in ogni caso è rimasta la medesima volontà a latitudini diverse di prevedere il tempo. La festa del Giorno della Marmotta è diventata famosa anche da noi in Italia grazie al film ‘Ricomincio da capo’ con Bill Murray del 1993.

Giorno della Marmotta 2019: quanto durerà l’inverno

Ogni 2 febbraio, da 132 anni a questa parte, alle ore 7 locali nella cittadina di Punxsuawney in Pennsylvania si radunano le autorità locali, una gran folla di curiosi, le tv nazionali per quello che è diventato un vero e proprio evento con tanto di spettacoli pre e post predizione del meteorologo animale. Tutto ciò per seguire il comportamento della marmotta di nome Phil. La procedura prevede che il sindaco ‘bussi’ sulla tana della marmotta, se questa una volta uscita rientra subito significa che ha visto la sua ombra e l’inverno durerà altre sei settimane, se invece non vede la sua ombra ed è dunque una giornata nuvolosa, significa che l’inverno è prossimo alla fine.

A quanto pare le previsioni di Phil non sono però proprio azzeccatissime: nell’ultima decade ha predetto 7 inverni lunghi e 3 brevi e ci ha preso solo al 40% secondo il National Oceanic and Atmospheric Administration. Va detto però che il compito di Phil è alquanto difficile dato che deve predire le previsioni meteo per un Paese vastissimo e dal clima molto diverso. Judson Jones, meteorologo della Cnn, ha poca fiducia in Phil: ‘Sarebbe più efficace predire il tempo gettando in aria una monetina’. Ma il Club della Marmotta non è d’accordo ed assicura un’efficacia al 100% della predizione di Phil. Va detto che non solo si osserva quello che la marmotta fa, ma anche quello che la marmotta ‘dice’ al presidente del Club, l’unico autorizzato a ‘parlarci’ per desumere poi la predizione meteorologica.

Per l’inverno 2019 la marmotta Phil ha ‘parlato’ poco fa. Una previsione quanto mai attesa dagli Stati Uniti stritolati da una settimana di temperature glaciali. Ebbene Phil ha predetto che la primavera 2019 sta per arrivare. Insomma, secondo la Marmotta il peggio è passato. Sarà, ma per gli esperti il prossimo mese e mezzo sarà tipicamente invernale negli Stati Uniti con temperature nella media del periodo. Ma ci si augura che abbia ragione Phil!