Home News Marco Vannini, polemiche sul giudice: “Frasi inaccettabili” – VIDEO

Marco Vannini, polemiche sul giudice: “Frasi inaccettabili” – VIDEO

CONDIVIDI

Marco Vannini, polemiche sul giudice che ha letto la sentenza: “Frasi inaccettabili”, le accuse di Federica Sciarelli e del ministro Alfonso Bonafede.

Marco Vannini

Sta facendo discutere la sentenza d’Appello per l’omicidio di Marco Vannini: il ragazzo venne raggiunto da un colpo di pistola la sera del 17 maggio del 2015 nella villa dei genitori della sua fidanzata a Ladispoli. Molte le polemiche, in particolare, per la riduzione della pena da 14 a 5 anni per Antonio Ciontoli, il capofamiglia che confessò di aver sparato, ma che ha sempre parlato di un incidente. Ieri in aula è esplosa la rabbia dei parenti, mentre anche a ‘Chi l’ha visto’ è stato durissimo l’intervento della mamma di Marco Vannini.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le parole del magistrato ai familiari di Vannini e la reazione

Ma a far discutere è anche una frase pronunciata dal presidente della Corte d’Assise d’appello, che di fronte alle vibranti proteste in aula alla lettura della sentenza si è interrotto, attaccando i familiari di Vannini: “Questa è un’interruzione di pubblico servizio ai sensi dell’articolo 40 del codice penale. Vi volete fare una passeggiata a Perugia?”. La frase, ritenuta cinica e sarcastica, è stata spiegata ieri a ‘Chi l’ha visto’ da Federica Sciarelli, conduttrice della trasmissione: “Se qualcuno commette un reato nei confronti di un giudice, chi deve giudicare deve far parte del collegio di Perugia, perché se è un processo che riguarda Roma”.

Vannini: La lettura della sentenza d'appello

"E' una vergogna! Mio figlio aveva vent'anni": La rabbia della mamma di Marco Vannini alla lettura della sentenza che ha ridotto a 5 anni la pena per Antonio Ciontoli per omicidio colposo. In primo grado era stato condannato a 14 per omicidio volontario. Tre anni per la moglie e i figli Martina e Federico, assolta la fidanzata di quest'ultimo.

Pubblicato da Chi l'ha visto? su Martedì 29 gennaio 2019

La conduttrice ha sollevato il caso: “Con che coraggio dici ad una madre ‘se volete farvi una passeggiata a Perugia’. La pena in primo grado era stata ben più alta, quindi è comprensibile una reazione di dolore e di rabbia”. Poi ha proseguito entrando anche nel merito: “Ammesso che Ciontoli non abbia sparato volontariamente a Marco, come si giustifica l’omissione di soccorso? I referti medici dicono chiaramente che il ragazzo poteva essere salvato”. Ma le polemiche non finiscono qui.