CONDIVIDI

Corona tornerebbe in carcere per aver violato la disposizione di non avere contatti con tossicodipendenti.

fabrizio corona asia argento
Fabrizio Corona

Presentata una nuova richiesta di revoca dell’affidamento terapeutico per Fabrizio Corona che avrebbe violato il divieto di frequentare tossicodipendenti. Si potrebbero riaprire le porte del carcere per l’ex paparazzo stando a quanto disposto dalla Procura generale di Milano per essersi introdotto all’interno del boschetto della droga di Rogoredo fingendo di voler acquistare delle dosi di stupefacenti.
Adesso la Procura generale di Milano, con l’avvocato generale Nunzia Gatto, ha presentato al Tribunale di Sorveglianza una nuova richiesta di revoca dell’affidamento terapeutico. Intanto sarebbe stata già discussa una seconda richiesta del’avvocato generale Gatto, ossia quella di sospendere l’esecutività dell’ordinanza con cui i giudici, lo scorso 30 novembre, hanno confermato l’affidamento terapeutico per Corona, malgrado una precedente richiesta di revoca della misura alternativa al carcere sempre della Procura generale.

Fabrizio Corona nel “boschetto della droga”. I fatti

Stando al racconto di Corona, si era addentrato nel boschetto
per lavoro. “Ero con la troupe di una società che fornisce materiale per la trasmissione “Non è l’Arena” di Giletti. Io volevo documentare lo spaccio di droga in un posto dove spesso le forze dell’ordine non entrano… Avevo una telecamera nascosta e insieme a un ragazzo mi sono addentrato nel bosco. In cima a una collina, ho trovato due persone, che si sono fatte subito avanti con fare minaccioso… Mi hanno riconosciuto, sia io che il ragazzo abbiamo rimediato dei pugni in faccia… I due hanno dato l’allarme e sono comparse dal nulla altre decine di persone, forse cinquanta, forse trenta… C’erano albanesi e nordafricani… Mi sono ritrovato un coltello puntato addosso… Mi hanno strappato il giubbotto e il maglione, hanno continuato a inseguirmi, sono caduto in un dirupo”. Ma per la Procura questo sarebbe stato un atteggiamento di istigazione a delinquere.



Fabrizio Corona e la vicenda con Ilary Blasi e Francesco Totti

Nessuna querela per l’ex paparazzo da parte di Ilary Blasi e Francesco Totti, ma la questione viene posta dal Pg tra i vari punti inerenti le violazioni di Corona, tra cui le misure di prevenzione per 35mila euro incassati per un’ospitata e non dichiarati, oltre alle presunte diffamazioni di un magistrato e della stessa Blasi nell’oramai famosa diretta del Grande Fratello 2018. Nessun risarcimento da parte di Fabrizio Corona, anche per i reati commessi per estorsione e bancarotta.

LEGGI ANCHE—>https://www.viagginews.com/2018/12/07/gf-vip-la-verita-di-alfonso-signorini-sulla-lite-blasi-corona/