CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Nella fiction di Rai1 La Compagnia del Cigno Francesco Tozzi interpreta Rosario che è uno dei sette giovani protagonisti. Ecco chi è e cosa fa nella vita.

Un ragazzo apparentemente schivo, ma in realtà di animo ribelle, che suona (benissimo) le percussioni e viene da Firenze. Questo il ritratto di Rosario”, che nella serie di Ivan Cotroneo La Compagnia del Cigno è uno dei più giovani del gruppo creato dal direttore d’orchestra Luca Marioni allo scopo di aiutare Matteo nello studio. A prestargli la voce e il volto è Francesco Tozzi, di 16 anni e, come gli altri giovani attori esordienti de La Compagnia del Cigno, vero musicista anche nella vita, avendo cominciato a dedicarsi a note e spartiti sin da piccolissimo. Francesco Tozzi ha frequentato le scuole medie con indirizzo musicale e poi si è iscritto al liceo scientifico. Ma l’amore per la musica non lo ha mai lasciato. Studia privatamente batteria ormai da 11 anni e al Conservatorio di Firenze ha iniziato a studiare percussioni. Ora questo nuovo banco di prova in tv.

Francesco Tozzi nella vita e sul set

Nella fiction La Compagnia del Cigno, Rosario da tempo non vede sua madre Antonia perché, essendo quest’ultima tossicodipendente, è stato affidato a una coppia milanese che si prende cura di lui con affetto e concedendogli il giusto grado di libertà. Poi, nel corso degli episodi, la madre di Rosario si mette in contatto con i suoi genitori affidatari (Roberto e Clelia) per incontrarlo, prima ancora che una sentenza del giudice lo permetta. Ed è così che il ragazzo dovrà fare i conti con il ritorno di sua madre dalla comunità dove si era ritirata per disintossicarsi. Un evento che lo metterà di fronte a una scelta che lo farà litigare con i suoi amici e, soprattutto, con Sara. In questo contesto, la compagnia diventerà per lui un importante punto di riferimento.

La storia di Rosario ha già toccato il cuore di moltissimi telespettatori, ma quali sono le analogie e le differenze tra Tozzi e il suo personaggio. “Rosario ha una personalità molto simile alla mia – ha rivela il musicista a Tv Radio Corriere –. È un ragazzo simpatico, vivace, anche se un pochino troppo impulsivo, c’è una somiglianza marcata. Lui però è più schivo a causa dei problemi che ha in famiglia”. L’esperienza sul set de La Compagnia del Cigno, ha poi rivelato Francesco Tozzi, “è stata unica”: “Mi sono trovato bene sin da subito. Ero molto curioso di sapere come funzionasse il mondo della televisione e nonostante certe volte lavorassimo da mattina a sera il grande entusiasmo non mi faceva sentire la stanchezza”.

Una piacevole sorpresa

La speranza del giovane musicista-attore è che la fiction possa aprirgli le porte dello spettacolo: “La musica rimane certamente la mia passione principale, ma dopo la maturità potrei pensare di studiare anche recitazione”, dice, spiegando che “quando suono racconto il mio stato d’animo. Suono per divertirmi quando sono allegro e per sfogarmi quando sono triste o nervoso”. E ancora, “uno stesso brano può trasferire emozioni diverse in rapporto a ciò che provo in quel momento”. Cosa lo ha spinto, allora, a entrare nel cast della fiction di Rai 1? “Tutto è cominciato con una mail del Conservatorio che diceva che ci sarebbero state delle selezioni per una seria televisiva – confessa Tozzi -. Inizialmente non ero nemmeno tanto motivato, i miei mi consigliarono di provare, per gioco, per fare un’esperienza nuova. Feci le selezioni al Conservatorio, i sei provini successivi e, provino dopo provino, andavo avanti, inaspettatamente”. Potrebbe essere la prima di una lunga serie di sorprese…

EDS

Leggi le nostre notizie su viaggi, attualità, cronaca e curiosità anche su Google News