CONDIVIDI
india-proteste-donne-sabarimala
iStock

La protesta delle donne in India per entrare nel tempio di Sabarimala.
Cosa sta succedendo in India? Le donne stanno protestando da due giorni nello stato del Kerala, nel sud del paese. Le manifestazioni si susseguono, una dopo l’altra, ma perché? Il tutto nasce dopo che, per la prima volta, due donne sono entrate nel tempio di Sabarimala violando quello che era considerato un divieto religioso. L’ingresso al tempio, infatti era vietato alle donne di età compresa tra i 10 e i 50 anni; divieto poi considerato discriminatorio e quindi cancellato dalla corte suprema del Kerala. I fedeli però si erano comunque dichiarati contrari all’ingresso delle donne nel tempio e, fino a quel momento, nessuna era entrata.

Leggi anche –> Dormire in un monastero buddhista per ritrovare se stessi in Giappone o in India

Tempio di Sabarimala: le prime donne che sono entrate

Mercoledì 2 gennaio però due ragazze sono riuscita a intrufolarsi per la prima volta all’interno del tempio, scortate dalla polizia, volendo far rispettare un loro diritto. Le due donne di 40 e 39 anni hanno lasciato soltanto un’offerta, sono rimaste qualche istante in contemplazione e poi sono uscite. Pare che una volta terminata la loro visita il tempio sia è rimasto chiuso per circa un’ora al fine di essere purificato e, nella giornata di giovedì 3 gennaio, è addirittura stato chiuso per protesta.

Questo gesto ha dato vita delle proteste violentissime, degli scontri tra chi sostiene il divieto di ingresso al tempio per le donne e chi invece vuole che le donne possano entrare all’interno del tempio di Sabarimala.

Se volete essere sempre aggiornati su quello che succede nel mondo e i viaggi più belli del 2019 CLICCATE QUI.

Prima dell’ingresso di queste due donne all’interno del tempio circa 3 milioni di indiani in tutto lo stato del Kerala avevano deciso di protestare: si erano ritrovate per strada e tenendosi la mano avevano creato una sorta di catena umana di 600 km per chiedere la parità di genere e ribellarsi al divieto di ingresso nel tempio di Sabarimala. C’erano anche moltissimi uomini che hanno aderito a questa protesta e hanno creato una sorta di seconda fila subito dopo quella delle donne.

Perchè le donne non possono entrare nel tempio di Sabarimala

La ragione per cui le donne non potevano entrare nel tempio è che, secondo la tradizione induista, le donne che hanno le mestruazioni non possono prendere parte alle funzioni religiose perché impure. Per loro però il divieto di ingresso nelle zone dei Templi dovrebbe essere relativo soltanto ai giorni del ciclo. Invece a Sabarimala il divieto d’ingresso era totale. Questo perché le donne in età fertile, secondo la tradizione induista, potrebbero far cadere in tentazione gli uomini.

Sabarimala: scontri e proteste, come finirà?

La situazione nello stato del Kerala in questo momento è di estrema tensione. Scuole e negozi sono rimasti chiusi. Gli autobus non riescono a circolare perché i manifestanti hanno bloccato le principali vie dello Stato e pare che già circa 100 persone siano state arrestate dalla polizia. Vedremo cosa deciderà la corte suprema del Kerala nei prossimi giorni e se la protesta per poter fare una delle cose più semplici del mondo come pregare e portare un’offerta alle proprie divinità potrà essere finalmente aperta a tutti senza distinzioni