Influenza: iniziata la fase epidemica, i casi di contagio sono in aumento

Inizia la fase epidemicaIn questo mese di dicembre sono aumentati i casi di influenza in Italia. Stando all’ultimo bollettino dell’Istituto Superiore di Sanità si è superata la soglia della fase epidemica.

Con l’arrivo dell’inverno e del primo vero freddo dell’anno in Italia sono aumentati i casi di influenza in tutto il territorio. Stando a quanto rivela l’ultimo bollettino influnet dell‘Istituto Superiore di Sanità, gli italiani a letto con l’influenza sarebbero in totale 814.000 con un dato parziale di 168.000 casi alla settimana. Il bollettino rivela anche che l’incidenza dell’influenza è arrivata a 2,78 casi su ogni 1000 pazienti assistiti ed avrebbe dunque superato la soglia di 2,74 casi su 1000 stabilita come punto d’inizio della fase epidemica della malattia stagionale.

I soggetti maggiormente colpiti dai virus influenzali sono i bambini di età inferiore ai 5 anni, in questa fascia d’età infatti l’incidenza si alza vertiginosamente a 6,88 casi su 1000. Le regioni maggiormente colpite dal virus sono invece Lombardia, Trento, Abruzzo e Molise. I dati non sono preoccupanti, secondo gli esperti infatti ci si attesta sui livelli dello scorso anno e l’apice della fase epidemica dovrebbe essere raggiunto dopo le festività natalizie, nelle prime settimane di Gennaio.

Leggi anche -> Influenza, entro breve atteso il picco: in milioni resteranno a letto

Leggi anche -> Influenza 2018: vaccino, rimedi e tutto quello che c’è da sapere

Influenza: valori di contagio nella norma

Nei mesi precedenti l’ISS aveva avvisato che il periodo di incidenza iniziale dei 4 virus influenzali di questa stagione invernale sarebbe stata la metà di novembre. I dati diffusi con l’ultimo bollettino influnet, sembrano confermare le previsioni e lo 0.04% in più rilevato non preoccupa più di tanto, poiché potrebbe trattarsi anche di un piccolo margine d’incertezza. Nulla insomma fa pensare ad una diffusione epidemica anomala dei virus, contro i quali è comunque ancora possibile vaccinarsi. Come sempre si consiglia di prendere le dovute precauzioni, importante coprirsi bene e lavare spesso le mani.

Leggi le nostre notizie anche su Google News