Influenza 2018: vaccino, rimedi e tutto quello che c’è da sapere

influenza
Influenza 2018: vaccino, rimedi e tutto quello che c’è da sapere.

Influenza 2018: vaccino, rimedi e tutto quello che c’è da sapere.
Incominciano i primi freddi e sono sempre più le persone che si ritrovano a letto con quelli che sembrano a tutti gli effetti i sintomi dell’influenza. “Non ci aspettiamo sorprese particolari, almeno a giudicare da come l’influenza si é comportata nell’emisfero australe dove si é già manifestata. Bisognerà però osservare se manterrà le stesse caratteristiche una volta arrivata in occidente” spiegano all’Istituto Superiore della Sanità. Una cosa però è chiara. Non si tratta di influenza quell’insieme di sintomi e malanni che stanno colpendo già in questi giorni milioni di italiani. Si tratta di microrganismi di altro genere, in particolare parainfluenzali, adenovirus e rinovirus che ogni anno attaccano tra il 4 e il 12% della popolazione.

Influenza, i sintomi: come riconoscerla

L’influenza quella vera dovrebbe arrivare a novembre. I sintomi sono quelli classici: febbre improvvisa e molto alta (ben sopra ai 38), tosse, mal di gola, dolori muscolari e articolari e inappetenza. I medici spiegano che non è necessario prendere l’antibiotico se non nelle forme più acute e che presentano complicazioni.

Vaccino per l’influenza: tutto quello che c’è da sapere

Il vaccino per l’influenza è quadrivalente e dovrebbe proteggerci da tutti e quattro i virus che sono attesi. Come si può leggere sul sito del ministero “il periodo destinato alla conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale è, per la nostra situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, quello autunnale, a partire dalla metà di ottobre fino a fine dicembre, fatte salve specifiche indicazioni, che saranno fornite se particolari eventi legati ai vaccini e/o l’andamento epidemiologico stagionale dell’influenza lo richiederanno”.

Come si trasmette l’influenza

Come si piò leggere nelle linee guida del Ministero della Salute “l’influenza si trasmette per via aerea, attraverso le goccioline di saliva e le secrezioni respiratorie, in maniera diretta (tosse, starnuti, colloquio a distanza molto ravvicinata) o indiretta (dispersione delle goccioline e secrezioni su oggetti e superfici).

Le precauzioni da seguire

  • evitare luoghi affollati e manifestazioni di massa
  • lavare regolarmente e frequentemente le mani con acqua e sapone; in alternativa possono essere usate soluzioni detergenti a base di alcol o salviettine disinfettanti
  • evitare di portare le mani non pulite a contatto con occhi, naso e bocca
  • coprire la bocca e il naso con un fazzoletto di carta quando si tossisce e starnutisce e gettare il fazzoletto usato nella spazzatura
  • aerare regolarmente le stanze dove si soggiorna.
  • buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie