CONDIVIDI
paesi-natale-non-si-festeggia
iStock

I paesi dove il Natale non si festeggia, dove è vietato o dove invece si è trasformato in una festa meramente commerciale. 
Il Natale 2018 è alle porte, ma non in tutti i paesi del mondo si festeggia allo stesso modo. Vi abbiamo già raccontato delle tradizioni diverse che caratterizzano il Natale in Argentina, Brasile, Albania... ma ora è tempo di sapere quali sono i paesi in cui il Natale 2018 non si festeggia proprio.

Leggi anche –> Natale 2018 nel mondo: le tradizioni più strane

Dove non si festeggia Natale nel mondo?

Nel mondo sono 160 le nazioni che celebrano il Natale e, ovviamente, per la maggior parte sono cattoliche, ma non solo. Infatti la nascita di Gesù Cristo, la tradizione di fare l’albero di Natale e di addobbare le case con le luci non sono solamente retaggio dei cristiani. Eppure ci sono dei paesi e delle tradizioni in cui il Natale non esiste proprio come festività. Se per noi sembra assurdo non collegare il mese di dicembre all’arrivo di Babbo Natale e a tutte le decorazioni di casa, in alcuni paesi non c’è nulla di tutto questo e, generalmente, la festa del Natale è assente nei paesi dove la religione principale è l’Islam.

Se volete essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze per le decorazioni natalizie fai da te e gli Alberi di Natale 2018 più belli CLICCATE QUI.

Marocco, Arabia Saudita, Corea del Nord: dove non si festeggia Natale e perchè

In Marocco, ad esempio, il 25 dicembre si va a lavorare e si va a scuola. Non ci sono vacanze di sorta in quanto Gesù è un importante profeta, ma non il figlio di Dio. Questi sono i precetti dell’Islam. Stessa cosa, ovviamente accade anche in Tunisia o in Turchia. In alternativa, in alcuni paesi arabi come gli Emirati Arabi, il Natale si festeggia, ma solo come festa in sé, privata del suo significato religioso.

Discorso diverso invece per l’Arabia Saudita dove il Natale è vietato è si può celebrare solo in luoghi privati. In Corea del Nord invece proprio non si può festeggiare il Natale, ma solo la nascita dell’imperatore Kim Jong. Altri paesi dove non si festeggia il Natale, ma vi è libertà di farlo se si vuole, sono il Giappone dove però vengono allestite moltissime luminarie o la Thailandia di prevalenza buddista. Qui al contrario dei pesi integralisti, sebbene non vi sia l’usanza di festeggiare il 25 dicembre, se qualcuno vuole allestire un albero o pregare per la nascita di Gesù non ci sono problemi di sorta.