CONDIVIDI
tradizioni-natale-mondo
iStock

Le tradizioni di Natale più strane del mondo: come si celebra il 25 dicembre nei paesi più lontani da noi
Il Natale, generalmente, non si celebra solamente come facciamo noi in Italia, con l’albero, la cena o il pranzo alla Vigilia del 25 dicembre. Ci sono anche tantissime tradizioni natalizie particolari provenienti da tutto il mondo. Vediamone quindi alcune tra le più interessanti.

Leggi anche –> Albero di Natale 2018: da dove è nata la tradizione?

Natale 2018 nel mondo: le tradizioni più strane

In Finlandia, ad esempio, durante la vigilia di Natale si addobba l’albero con delle bandierine nazionali tipiche e, per quanto riguarda i piatti tipici, dimenticatevi il pandoro o la lasagna. In Finlandia si mangia oca arrosto, riso alle mandorle e la notte del 24 dicembre si aspetta uno strano personaggio diversissimo da Babbo Natale che porta i regali.
In Albania invece, dove la maggior parte delle persone sono di religione musulmana, i cristiani scambiano i regali la Vigilia di Natale e a pranzo si mangia generalmente il tacchino.
Discorso diverso invece in Argentina. Qui il Natale è molto simile a quello nostrano, ma la lettera di Babbo Natale viene scritta solo la settimana prima del 25 dicembre. Si aspetta poi che Babbo Natale riempia tutte le calze sparse per la casa con tante caramelle e cioccolatini. Anche qui il pranzo tipico è caratterizzato dal tacchino arrosto ripieno oppure dall’anatra.

Se volete essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze per le decorazioni natalizie fai da te e gli Alberi di Natale 2018 più belli CLICCATE QUI.

In Brasile la cena del 24 dicembre è caratterizzata da tacchino, riso, frutta e verdura. Babbo Natale poi è rappresentato in modo molto particolare perché, visto che fa caldo a dicembre, Papà Natale arriva con i pantaloncini corti!
Per quanto riguarda invece l’Etiopia, il Natale viene celebrato il 7 gennaio e tutti rispettano l’usanza di vestirsi di bianco per questa festività.
In Russia invece la cena della vigilia di Natale è caratterizzata da un piatto molto particolare che è una specie di zuppa di grano e miele. Questo è l’unico piatto che si mangia a tavola e serve a rappresentare l’unità familiare.
In Argentina poi l’usanza di Natale è quella di lasciare fuori dalla porta di casa una scarpa, un po’ d’acqua e dell’erba per i cammelli visto che sono i Re Magi a portare i regali di Natale.