CONDIVIDI
(Websource / archivio)

La nuova stagione di Storie Maledette, lo storico programma condotto da Franca Leosini, riparte il 16 dicembre con uno speciale sulla strage di Erba.

Franca Leosini, una delle giornaliste più note e acclamate della Rai, torna in onda il prossimo 16 dicembre 2018 alle 21.20 sul terzo canale con una puntata speciale di Storie Maledette, il suo programma cult. Un appuntamento da non perdere perché farà luce su uno dei casi più eclatanti e controversi della cronaca giudiziaria degli ultimi decenni: la strage di Erba. La conduttrice intervisterà Olindo Romano e Rosa Bazzi a distanza di 12 anni dall’omicidio di Raffaella Castagna, il piccolo Youssef Marzouk, Paola Galli e Valeria Cherubini.

La lente di Franca Leosini su una vicenda torbida

Franca Leosini darà voce ai due coniugi condannati all’ergastolo per quel massacro, rispetto al quale entrambi continuano a dichiararsi innocenti. Un video pubblicato sui profili social di Rai3 – e che vi riproponiamo qui di seguito – anticipa i contenuti dell’intervista che darà senz’altro una lettura inedita di quell’orrendo massacro. “Nel cuore ferito della strage di Erba” recita il sottotitolo della puntata, mentre la voce fuori campo della giornalista racconta: “Ritorna Storie Maledette. Una puntata straordinaria che rivela il dietro le quinte di una vicenda che, a dodici anni di distanza, conserva intatto il tormento dell’attualità, mentre soffia velenoso il vento del dubbio”.

Come già accennato, per l’omicidio di Raffaella Castagna, Youssef Marzouk, Paola Galli e Valeria Cherubini, la Corte di Cassazione ha condannato Olindo Romano e Rosa Bazzi all’ergastolo, giudicandoli colpevoli di avere massacrato le quattro vittime e della tentata uccisione di Mario Frigerio, scampato al bagno di sangue perché creduto morto. Olindo e Rosa, vicini di casa delle vittime, furono subito interrogati e l’11 gennaio 2007, a distanza di un mese dal terribile fatto, si dichiararono colpevoli, descrivendo l’accaduto senza lesinare particolari. A pesare contro di loro anche e soprattutto la testimonianza di Frigerio, unico sopravvissuto alla mattanza. Il 10 ottobre successivo, però, entrambi ritrattarono le prime ammissioni di colpevolezza. Anche Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna e padre del piccolo Youssef, si disse incerto riguardo alle loro responsabilità. Una vicenda torbida su cui nessuno meglio di Franca Leosini potrà fare chiarezza.

EDS

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News