Dolce & Gabbana, spot razzista: cancellati i loro prodotti dai siti di e-commerce

Dolce & Gabbana, ritirati prodotti dai siti di e-CommerceContinua la bufera ai danni del marchio italiano Dolce & Gabbana: dopo le polemiche legate allo spot pubblicitario per la sfilata in Cina, sono stati cancellati i loro prodotti dai siti di e-commerce cinesi.

Le polemiche ai danni degli stilisti italiana Dolce & Gabbana sono cominciate quando sul loro sito ufficiale è stata pubblicata una pubblicità per promuovere la sfilata che si sarebbe tenuta a Shangai. Nello spot si vede una ragazza cinese alle prese con il cibo italiano: la modella mangia con difficoltà la pizza e gli spaghetti provando ad utilizzare le tradizionali bacchette, quindi giunta al dolce – un cannolo siciliano – si sente un uomo che le dice “Troppo grosso per te?”.

Trattandosi di una trovata di cattivo gusto, poiché gioca con il doppio senso sessuale e si basa su preconcetti storici legati al popolo cinese, lo spot è stato violentemente criticato sul sito ufficiale della griffe italiana, nonché dal popolo cinese che si è sentito offeso sia dalla rappresentazione macchiettistica del suo popolo sia dal doppio senso offensivo sulle dimensioni. A poca distanza dalla pubblicazione dello spot, sull’account ufficiale di Stefano Gabbana sono anche apparsi degli insulti ai cinesi, fatto che ha incrementato le polemiche attorno al marchio di alta moda.

Leggi anche -> Giovanni Ciacci, dopo Ballando con le Stelle fa infuriare Stefano Gabbana

Dolce & Gabbana: cancellata la sfilata, rimossi i prodotti dai siti di e-commerce

Data la mole di polemiche generate, l’azienda di moda ha cercato di spiegare che sono stati hackerati sia il sito ufficiale che quello personale di Stefano Gabbana. La spiegazione, però, non è bastata a calmare gli animi e gli stilisti sono stati costretti a cancellare la sfilata. Se ciò non bastasse, in queste ore i principali siti di e-commerce cinesi (Tmall, JD.com e Suning), quelli cross border (NetEase Kaola e Ymatou) e quelli di prodotti di lusso (Secoo e Vip.com, e Yhd.com) hanno rimosso i loro prodotti dagli store, arrecando ulteriori danni agli introiti dell’azienda sia nel presente che nel prossimo futuro.

Leggi le nostre notizie anche su Google News