CONDIVIDI

Ela Weber: "Solo io posso definirmi lesbica"Concorrente dell’ultimo Grande Fratello Vip, Ela Weber si scaglia contro chi ha lanciato indiscrezioni sulla sua sessualità, affermando che solo lei può parlarne.

Nel corso dell’ultima puntata di ‘Pomeriggio Cinque‘ la “sellerona” Ela Weber ha deciso di scagliarsi pubblicamente contro i giornalisti che hanno insinuato la sua omosessualità. La valletta tedesca non è offesa perché è stato suggerito che fosse omosessuale, ma perché una simile informazione appartiene alla sfera personale di qualsiasi persona e solo il diretto interessato ha il diritto di fare una dichiarazione di tale tipo. Prima che la puntata si chiudesse, infatti, Ela ha detto a Barbara D’Urso: “Sono molto amareggiata. Sono uscita dal Grande Fratello e leggo sui giornali che c’è una lesbica nella casa. Chi è? L’amore saffico di Ela Weber per Jane Alexander. Come si permette la gente di parlare la solidarietà femminile per cambiarla per omosessualità?”.

Leggi anche -> Grande Fratello Vip: Ela Weber, tutto sulla Sellerona della tv

Leggi anche -> Grande Fratello Vip, la rabbia di Giulia Provvedi: “Doveva evitare questo!”

Ela Weber: “Solo io ho diritto di parlare della mia sessualità”

In studio Roger Garth le risponde che insinuare che qualcuno possa essere omosessuale non è un insulto, ma la “Sellerona” lo blocca e spiega che il suo dispiacere non è legato al fatto di aver insinuato che fosse omosessuale, bensì al fatto che sia stata fatta l’insinuazione: “Fermati caro. Nessuno ha diritto di dichiarare la mia sessualità se non sono io, allora! Io ho un marito a casa. Mi offendo se qualcuno va a dire che sono lesbica se non sono io a dichiararlo. I miei diritti sono gli stessi che ho io da eterosessuale. C’è una legge che dice che non puoi dire a quale sessualità appartengo. Non è un’offesa, ma non voglio che qualcuno mi butti fango addosso: chi scambia solidarietà femminile per amore saffico è un idiota”. Il modello cerca di ribadire il suo concetto per farle capire che queste sono le regole del mondo dello spettacolo, ma la valletta tedesca non ne vuole sapere di cambiare opinione.

Leggi le nostre notizie anche su Google News