CONDIVIDI

Le previsioni meteo per il Ponte dell’Immacolata 2018. Che tempo farà l’8 dicembre

La prima ondata di freddo invernale è arrivata e così anche la prima neve in pianura al Nord. Ma il tempo sta velocemente cambiando: le temperature si stanno alzando e nuvole cariche di pioggia si stanno addensando su buona parte d’Italia (qui le previsioni su quanto durerà ancora il freddo). All’orizzonte il prossimo Ponte dell’Immacolata spinge in molti a pensare a una fuga e a una vacanza. Ma come sarà il tempo a dicembre 2018?

Rimani aggiornato su tutte le previsioni meteo: seguici qui!

Intanto c’è da ricordare che il Ponte dell’Immacolata quest’anno è un ponte breve: infatti l’8 dicembre cade di sabato. Solo i milanesi con Sant’Ambrogio il 7 dicembre hanno un giorno in più di vacanza. Ma al di là delle feste è in quel weekend che si concentrano molti degli eventi natalizi. Irrinunciabile quindi un giro per mercatini di natale o per vedere l’accensione delle luminarie e degli alberi di natale. Bisogna vedere se tutto ciò avverrà con l’ombrello o senza.

Weekend 8 dicembre 2018: previsioni meteo

Gli esperti del meteo sono piuttosto concordi nell’ipotizzare una prima parte dell’inverno più mite con incursioni fredde e una seconda parte generalmente molto più fredda e nevosa. Gli ultimi aggiornamenti meteo su Dicembre 2018 indicano che ci saranno alcune ondate gelide particolarmente intense e che queste si verificheranno proprio a ridosso delle festività.

Secondo le previsioni intorno alla prima metà del mese, ovvero proprio per il weekend dell’8 dicembre dovrebbe arrivare sull’Italia l’aria gelida artica e i venti della Russia che incontrandosi con le Basse Pressioni dell’Atlantico porteranno freddo e neve al Nord. Al Centro Sud invece ci sarà forte instabilità con possibili temporali. Ovunque assisteremo ad un abbassamento termico. Quest’ondata dovrebbe durare qualche giorno poi l’Alta Pressione recupererà forza e spazio assicurandoci nuovamente tempo stabile e temperature più miti.

Nella seconda parte del mese il Centro Sud sarà maggiormente interessato dai vertici depressionari, mentre il Nord sarà più protetto dall’anticiclone. A Natale potrebbe esserci la sorpresa di una nuova ondata di gelo che potrebbe portare neve al Nord anche a quote molto basse.