CONDIVIDI
flixbus arriva in sicilia
Autobus low cost Flixbus (MichaSpa, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Flixbus arriva in Sicilia: collegamenti dall’Italia con tutta l’isola. Tutto quello che c’è da sapere.

Una importante novità per tutti i viaggiatori low cost e soprattutto per quelli che si spostano in autobus, con i pullman granturismo della compagnia tedesca che viaggiano tra le città d’Europa. A dicembre arrivano in Sicilia gli autobus verdi di Flixbus, che collegheranno le città dell’isola con tutta Italia. Tra le altre nostre notizie, ecco tutto quello che c’è da sapere sulla novità che tutti aspettavano.

Flixbus arriva in Sicilia: collegamenti con le città dell’isola

I pullman verdi di Flixbus, che collegano low cost le principali città europee, sbarcano in Sicilia. Il prossimo 3 dicembre saranno inaugurati i primi collegamenti tra le città della penisola italiana e le città grandi e piccole della Sicilia.

Un’opportunità imperdibile per tutti coloro che viaggiano con gli autobus low cost di Flixbus e ulteriori occasioni per spostarsi in lungo e in largo per l’Italia spendendo poco.

Il nuovo servizio collegherà le città della Sicilia con le altre città della Penisola italiana.

Ecco i primi collegamenti Flixbus

Da Palermo si raggiungeranno le città di: Cosenza, Napoli, Pescara, Ancona, Urbino e Genova, insieme a Milano, Torino e Venezia.

Da Catania partiranno corse per 20 città, tra cui: Roma (due corse giornaliere), Firenze, Siena, Pisa, Perugia e Genova.

Da Agrigento partiranno collegamenti diretti con: Roma, Siena, Pisa, Perugia e Genova.

Da Enna, connessioni dirette con il Centro Italia (Roma, Perugia, Siena, Firenze, Empoli e Pisa), ma anche con il Nord-ovest (La Spezia e Genova).

Non solo capoluoghi, i collegamenti di Flixbus serviranno anche centri più piccoli, ma importanti, come Cefalù, Canicattì, Comiso, Lentini, Milazzo, Modica, Patti, Santo Stefano di Camastra, Termini Imerese e Taormina, con tratte dirette con Calabria, Campania e Abruzzo e coincidenze con il resto d’Italia e l’estero.

Le province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa e Siracusa saranno collegate via FlixBus con i centri italiani di maggiore interesse economico e culturale, e, con un solo cambio, con alcune delle più importanti città d’Europa.

Le tariffe funzionano come quelle delle compagnie aeree low cost, con prezzi stracciati per chi prenota con largo anticipo o in periodi di “bassa stagione” è più elevati a ridosso del viaggio. I biglietti si già acquistare su internet sul sito web www.flixbus.it o tramite app, oppure in circa trecento agenzie di viaggi già affiliate a Flixbus.

Per il servizio di collegamenti con la Sicilia, Flixbus utilizza gli autobus delle compagnie di trasporto locali, ma che devono utilizzare mezzi con al massimo tre anni di anzianità e fornire tutti i classici servizi Flixbus: wi-fi gratuito, presa di corrente, toilette a bordo, film e musica, posti più comodi e prenotabili come in areo.

I nuovi collegamenti Flixbus tra la Sicilia e l’Italia sono stati presentati a Palermo dal managing director di FlixBus Italia Andrea Incondi, insieme all’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo.

La compagnia di autobus low cost sulla lunga distanza Flixbus è nata in Germania, a Monaco di Baviera, nel 2011. Il suo primo percorso è stato inaugurato a febbraio 2013 in Germania. Nell’estate del 2015 la compagnia è arrivata in Italia. Oggi Flixbus è presente in 28 Paesi europei, oltre che negli Stati Uniti, con più di 2.000 destinazioni e 300.000 collegamenti giornalieri. Il sistema di prenotazione via app consente la cancellazione e il cambio della prenotazione fino a 15 minuti prima della partenza. Wi-Fi gratuito, prese elettriche a bordo e prezzi convenienti sono alcuni dei servizi per chi viaggia con i pullman verdi di FlixBus.

Nella primavera di quest’anno, Flixbus ha lanciato in Germania Flixtrain, una linea di treni low cost sempre con l’inconfondibile livrea verde chiaro.

A cura di Valeria Bellagamba