CONDIVIDI
(Websource / archivio)

Il destino di figlio d’arte per Leo Gassman pare segnato. Ma il papà Alessandro lo invita a non trascurare cose al momento più importanti, a partire dallo studio.

Chiunque lo abbia visto a X Factor si è sicuramente accorto del suo talento naturale: Leo Gassman, figlio di Alessandro e nipote di Vittorio, all’ultima edizione del fortunato programma ha riscosso un enorme quanto meritato successo. Per il momento, dunque, il percorso del ragazzo nel reality show di Sky continua a gonfie vele. Il famoso attore, protagonista de I bastardi di Pizzofalcone e di altre fiction e film di successo, ha deciso di non esprimersi sul percorso del figlio finché non sarà finita la sua avventura. “Non intendo in alcun modo interferire nel suo lavoro”, ha detto alla rivista F. Gassman senior e junior hanno un bel rapporto, anche se litigi e incomprensioni non mancano, come d’altronde avviene in qualsiasi famiglia.

Il consiglio di papà Alessandro

“Non credo ai genitori amici dei figli, cerco di trattare Leo con severità e dolcezza e di non lasciarlo solo a prendere decisioni – ha affermato Alessandro Gassman – . Certo, ora è adulto e libero di fare quello che vuole, ma sono contento quando si confronta con me. Grazie soprattutto a Sabrina, è un bravo ragazzo, pieno di impegni, non mi dà problemi anche se abbiamo caratteri simili e litighiamo”. Il 53enne allude a Sabrina Knaflitz, attrice italiana di origine austriaca con la quale è sposato dal 1998: assieme formano una coppia felice e affiatatissima. Alessandro non nasconde però di sperare che il figlio Leo concluda presto i suoi studi universitari: “Dico sempre a mio figlio che l’Università viene prima – spiega – . Forse farà qualcosa di buono nel mondo dello spettacolo e troverà il suo posto”. Il giovane sembra avere tutti i “numeri”, guai però a bruciare le tappe. “In fondo rappresenta la terza generazione in una famiglia di artisti, ma prima si deve laureare”, conclude papà Alessandro.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News