CONDIVIDI
giovani a la scala di milano
Teatro alla Scala di Milano (iStock)

Giovani a La Scala di Milano: biglietti per opera e balletti a 2 euro. L’iniziativa per portare i ragazzi a teatro.

Una bellissima iniziativa per portare i giovani a teatro a vedere l’opera e il balletto. Spettacoli di solito poco frequentati dai ragazzi, ma per i quali si vuole creare un nuovo pubblico. L’intento è quello di sensibilizzare i giovani nei confronti della cultura e suscitare in loro nuovi interessi, perché anche l’opera e il balletto possono appassionare. Dall’altro lato si vuole creare un nuovo pubblico, perché con l’avanzare dell’età degli spettatori abituali, si rischia di rimanere senza.

Non è detto che gli spettacoli più impegnativi come opera e balletto classico debbano essere difficili e noiosi. Sicuramente ci vogliono tempo e educazione per apprezzarli, ma ne vale sicuramente la pena.

Per invogliare i più giovani ad andare a teatro per assistere agli spettacoli di opera e balletto uno dei metodi più incentivanti e sicuramente quello di offrire loro biglietti a prezzi super convenienti.

Giovani a La Scala di Milano a 2 euro

Balletto e opera diventeranno più accessibili ai giovani al Teatro La Scala di Milano grazie alla promozione dei biglietti a soli 2 euro per ragazzi dai 18 ai 25 anni.

Si tratta dell’iniziativa lanciata dallo storico teatro milanese, tempo della lirica, per sensibilizzare i giovani verso la cultura e invogliarli ad assistere a spettacoli di opera e balletto.

La promozione partirà nella prossima stagione de La Scala, di imminente apertura.

L’iniziativa è stata annunciata dal ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli che ha incontrato il sovrintendente Alexander Pereira. “È un’iniziativa rivolta alle nuove generazioni che spesso considerano la cultura con scetticismo o perché vivono un disagio: la cultura non è una soluzione ma può aiutare”, ha sottolineato il ministro.

Non ci sarà solo Milano, il progetto, ha aggiunto il ministro, è stato proposto alle altre 14 Fondazioni Liriche e tutte hanno aderito. Una buona notizia, dunque, per le politiche culturali e giovanili. Di iniziative come queste c’è davvero bisogno.

“Come abbiamo fatto per i musei – è stato spiegato – ci sarà la possibilità per i giovani di acquistare biglietti a prezzo ridotto: ci saranno 100 posti per loro in ogni rappresentazione“.

Il cartellone del Teatro alla Scala di Milano prevede 15 opere più 7 balletti. Pertanto “La Scala offrirà a 2 euro, 2200 posti”, ha sottolineato il ministro, aggiungendo: “Questo è un modo per far conoscere a tutto il mondo l’enorme patrimonio della lirica a persone che non sono abituate ad ascoltare l’opera per alcune ore”.

Una iniziativa meritevole, già preceduta da esperimenti simili. Negli anni scorsi, in vista della Prima della Scala del 7 dicembre è stata data la possibilità ai giovani under 30 di assistere ad un’anteprima a biglietti scontati. Una promozione che ha fatto registrare il tutto esaurito con lunghe file di ragazzi davanti alla biglietteria del teatro. Un buon auspicio anche per la nuova iniziativa lanciata dal ministero dei Beni Culturali.

La Scala prevede diverse attività e promozioni dedicate agli under 30: abbonamenti e pass, visite e incontri.

Per quanto riguarda la Prima della Scala del 2018, la stagione lirica sarà inaugurata con l’opera Attila, di Giuseppe Verdi, con la direzione dell’orchestra di Riccardo Chailly e la regia di Davide Livermore. L’anteprima per i giovani si terrà il 4 dicembre, con biglietti in vendita dal 2 novembre.

Altre iniziative culturali a Milano da non perdere:

 

Leggete tutte le nostre notizie su Google News