CONDIVIDI
Fabrizio Corona
(screenshot video)

La confessione di Fabrizio Corona a Peter Gomez: “Io e Lele Mora controllavamo la stampa, per lui ero il più grande amore della sua vita”.

L’ex paparazzo dei vip, Fabrizio Corona, è stato ospite di ‘La Confessione’, condotto da Peter Gomez, trasmissione che va in onda su Loft. Qui è tornato a parlare del suo passato e soprattutto del suo rapporto con Lele Mora, l’agente e promoter che ha avuto diverse vicissitudini legali e condivide con Fabrizio Corona gli stessi guai con la giustizia.

Potrebbe anche interessarti –> Grande Fratello Vip, Corona nuovo concorrente della casa: ecco la verità

I rapporti tra Fabrizio Corona e Lele Mora

Ha spiegato l’ex paparazzo dei vip in una parte dell’intervista in cui si parla dei rapporti con la stampa: “Noi la stampa la governavamo”. Peter Gomez chiede: “Dunque Lele Mora dava deti titoli ai direttori di testata?”. Secca la risposta di Fabrizio Corona: “Lele Mora non dava dei titoli, glieli davo io perché Mora non aveva la capacità intellettuale di fare questo”.

Poi ancora sui rapporti con il noto agente: “A Lele Mora non piacciono i rapporti omosessuali, anche perché è sposato e con due figli. A lui piacciono i ragazzi eterosessuali, noi non avevamo alcun rapporto sessuale. Per lui io sono stato il grande amore della sua vita, perché sono stato l’unico che non ha mai avuto”, conclude l’ex paparazzo dei vip. Poi la frase che gela tutti: “La mia assicurazione sulla vita non c’è perché penso che nessuno me la possa dare, anzi, penso di finire presto ammazzato”.

Leggi anche –> Fabrizio Corona contrattacca: “Faccio causa alla Boccassini”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News