CONDIVIDI
ponte tibetano più alto d'europa
Ponte tibetano di Tartano, in Valtellina (ph. Matteo Barlascini, www.valtellina.it)

Il ponte tibetano più alto d’Europa si trova in Italia, in Valtellina, ed è stato appena inaugurato.

Un nuovo primato per l’Italia: è quello del ponte tibetano più alto d’Europa, ovvero il ponte sospeso in legno e cavi d’acciaio (le corde non si usano più per fortuna, forse le usano solo in Tibet). Il ponte nuovo di zecca è stato inaugurato sabato 22 settembre a Tartano, in provincia di Sondrio, in Bassa Valtellina. Ecco tutto quello che dovete sapere.

Il ponte tibetano più alto d’Europa è in Italia

A Tartano, comune della Bassa Valtellina, sulle Alpi Orobie, è stato appena inaugurato un nuovo ponte sospeso, un ponte tibetano, che è il più alto d’Europa, a 140 metri dal suolo. Lo hanno chiamato il “Ponte nel Cielo” e collega le località di Campo Tartano (1034 metri di quota) e il maggengo di Frasnino (1038 metri), scavalcando il torrente Tartano, che scorre lungo l’omonima Val Tartano.

Il ponte pedonale è lungo 234 metri. In questo caso, però, non si tratta del ponte sospeso più lungo d’Europa, perché questo record è stato battuto lo scorso anno dal ponte svizzero Charles Kuonen Hängebrücke, che si trova nel comune di Randa, nel Canton Vallese, e fa parte del sentiero che collega Zermatt con Grächen e he con i suoi 494 metri è anche il più lungo del mondo. Comunque, in Italia, prima di questo nuovo record di lunghezza c’era già il ponte più lungo d’Europa, e del mondo, il ponte tibetano di Cesana Claviere che attraversa le Gorge di San Gervasio, in Val di Susa; si tratta di una successione di tre ponti in cavi, che insieme raggiungono la lunghezza di 478 metri.

Comunque, camminare lungo una passerella sospesa a 140 metri di altezza sarà un’esperienza da brividi. Quella che hanno provato i primi coraggiosi pedoni che si sono avventurati sul ponte nel giorno dell’inaugurazione.

Il ponte tibetano di Tartano è stato realizzato per agevolare il lavoro degli alpeggiatori della zona, ma è senz’altro una attrazione turistica importante, che si augurano da queste parti possa portare nuovi visitatori, in un un territorio che è stato fortemente colpito dallo spopolamento. Come ha spiegato Renato Bertolini, presidente del Consorzio Püstarèsc, ente promotore del progetto e finanziatore unitamente alla Fondazione Pro Valtellina e alla Comunità Montana di Morbegno.

Il Ponte del Cielo è formato da una passerella realizzata con 700 assi in legno di larice della Val Tartano, è percorribile da tutti, anche dai bambini, e offre ai visitatori e agli escursionisti una vista panoramica unica: dalle montagne alla verde vallata del Tartano, dalla diga di Colombera al maggengo Frasnino sino al fondovalle della Valtellina che culmina nel lago di Como. Uno scenario spettacolare.

Inoltre, nello spiazzo in piano all’altezza di Frasnino, sarà creato un luogo per il birdwatching: oltre ad aquile e civette, sarà possibile avvistare anche il gallo cedrone, simbolo del Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi.

Il Ponte nel Cielo è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.30 (al sabato fino al tramonto) e attraversarlo costa cinque euro, un biglietto che vale tutta la giornata e per più passaggi (gratuito per bambini e ragazzi fino alle medie). La biglietteria si trova in via Costa, a Campo Tartano: da qui lungo un sentiero di circa 10 minuti si accede al Ponte Tibetano

Il Ponte nel Cielo è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.30 (al sabato fino al tramonto).
Costo del biglietto: € 5 (vale tutta la giornata e per più passaggi – gratuito per bambini e ragazzi fino alle medie).

La biglietteria si trova in via Costa, a Campo Tartano: da qui lungo un sentiero di circa 10 minuti si accede al Ponte Tibetano.

Per ulteriori informazioni consultate il sito web turistico della Valtellina.

Mappa di Campo Tartano (Sondrio), dove si trova il ponte tibetano più alto d’Europa

Altri nostri articoli sui ponti:

A cura di Valeria Bellagamba

Leggete tutte le nostre notizie su Google News