CONDIVIDI
32enne stuprata
(Websource)

A Milano si è consumata l’ennesima violenza sessuale ai danni, questa volta, di una ragazza 32enne di ritorno da una serata in discoteca.

Una serata in compagnia di amiche e amici si è conclusa con un evento traumatico per una 32enne marocchina residente a Milano. La ragazza aveva passato la sera in discoteca e, come molti ragazzi di Milano, al termine della serata danzante aveva chiamato un taxi per farsi riaccompagnare a casa. Nel capoluogo lombardo, infatti, il servizio di navette e taxi dalle discoteche è molto usufruito, si tratta di una scelta che evita ai ragazzi di mettersi in macchina dopo aver consumato dell’alcol. In questo caso, però, il tassista (un ragazzo marocchino senza licenza di 30 anni), quando si è reso conto che la ragazza che portava con se era frastornata dalla serata, ha pensato bene di approfittare della situazione.

Leggi anche -> Milano, tassista egiziano abusivo stupra una ragazza di 20 anni

Leggi anche -> Tenta lo stupro della barista, poi il tunisino scappa con l’incasso

Il tassista porta a casa sua la 32enne, la stupra e la deruba

Ancora distratta dalla serata appena passata, la giovane non si è accorta che il tassista aveva fatto una strada differente da quella che avrebbe dovuto fare e solo quando questo si è fermato si è resa conto che si trovava in un luogo differente da quello di destinazione prefissato. A quel punto, il ragazzo l’ha presa con la forza, l’ha portata nella sua abitazione e dopo averla stuprata l’ha derubata di tutto quello che aveva. La giovane è andata a denunciare l’accaduto il giorno seguente (la violenza si è consumata il 20 settembre scorso), il ragazzo marocchino è stato rintracciato dai carabinieri ed arrestato con le accuse di sequestro di persona, violenza sessuale e rapina.

Leggi le nostre notizie anche su Google News