CONDIVIDI
Ponte Morandi
(Screenshot Video)

E’ giunto un nuovo progetto per sostituire il Ponte Morandi, si tratta di un’idea innovativa presentata sul blog di Beppe Grillo che include aree abitative, piste ciclabili ed un nuovo tratto stradale.

Un paio di settimane fa è stato presentato alla stampa il progetto del nuovo viadotto sul torrente Polcevera che sostituirà il Ponte Morandi. Il progetto, realizzato dal noto architetto Renzo Piano, sarebbe un ponte in acciaio realizzato per reggere al passare del tempo. In queste ore, però, sul blog di Beppe Grillo è stato presentato un altro progetto per sostituire il ponte, un progetto che alla strada da percorrere per attraversare il torrente aggiungerebbe dei luoghi in cui abitare, camminare, passare il tempo libero.

Leggi anche -> Tir enorme sul Ponte Morandi, è stato il suo passaggio a provocare il crollo?

Leggi anche -> Ponte Morandi, l’ad di Autostrade rompe il plastico di Renzo Piano: imbarazzo tra i presenti – VIDEO

Ponte Morandi, il progetto rivoluzionario di Beppe Grillo

Nel video di presentazione del progetto per il nuovo ponte pubblicato sul blog di Beppe Grillo è possibile vedere una struttura non convenzionale e per certi versi rivoluzionaria. Invece della classica strada sospesa sorretta da piloni e tiranti, vediamo una struttura cubica in acciaio a più piani: in quelli inferiori verrebbe lasciato spazio alle abitazioni esistenti o ad altre da costruire, quindi ci sarebbe dello spazio per una zona commerciale sotto il manto stradale (una strada a più corsie con ben 6 corsie di emergenza) ed infine, all’ultimo livello, un piano adibito al tempo libero dove passeggiare – a piedi o in bici- in mezzo al verde in una piattaforma panoramica che permette di ammirare Genova.

La realizzazione di una simile struttura tecnicamente verrebbe sorretta da un anima in acciaio: una serie di pilastri in acciaio che formano un cubo (un modulo reticolare in acciaio prefabbricato) a più piani che permetterebbe una maggiore stabilità e durata nel tempo. L’idea originale avrebbe sicuramente un costo maggiore rispetto a quello di un semplice ponte, dunque bisognerebbe trovare accordi finanziari tra pubblico e privato per realizzarla.

Leggi le nostre notizie su Google News