CONDIVIDI
oggetti-dimenticati-spiaggia-estate-2018
iStock

Gli oggetti più curiosi e assurdi dimenticati in spiaggia dai turisti (italiani, che sono i più distratti) nella stagione estva 2018.

La stagione estiva è praticamente finita anche se il mare di settembre fa gola a molti. I momenti clou in cui andare al mare sono terminati con agosto quindi si è chiusa per la maggior parte dei turisti italiani la stagione della spiaggia eppure, proprio nei lidi dove i turisti hanno soggiornato qualcosa di loro è rimasto, e non si tratta di un ricordo o di un bel momento passato. Proprio in spiaggia, infatti, i turisti hanno dimenticato tantissimi oggetti assurdi.

Oggetti dimenticati in spiaggia: i più comuni

Antonio Capacchione presidente del sindacato italiano balneari aderente a fipe-confcommercio ha raccontato quali sono gli oggetti che vengono maggiormente dimenticati in spiaggia:

  • Gli occhiali da sole o quelli da vista sono al primo posto per il terzo anno consecutivo
  • Sotto l’ombrellone però i turisti italiani che sono anche i più distratti dimenticano il costume da bagno, la crema solare, l’asciugamano, le ciabatte, le chiavi di casa e altri articoli anche di valore come orologi, cellulari, portafogli, collane, tablet.

Tutti quegli oggetti che invece difficilmente vengono reclamati dai clienti come sigarette e accendini, libri o fazzoletti finiscono nella spazzatura, ovviamente differenziata, mentre tutti gli altri oggetti che vengono scordati sono raccolti pazientemente dal personale dello stabilimento balneare in attesa che i proprietari vengano a richiederli. Generalmente l’ottanta per cento degli oggetti dimenticati in spiaggia viene restituito nella giornata stessa o nelle 18 ore successive al ritrovamento.

Gli oggetti più strani ritrovati in spiaggia

Gli oggetti ritrovati invece più assurdi in spiaggia possono essere anche ingombranti come:

  • passeggini
  • trucchi
  • vestiti di carnevale
  • velo da sposa
  • album fotografico
  • ombrelli da pioggia

Chi sono i turisti più distratti in vacanza?

Antonio Capacchione ha poi confermato che i turisti italiani sono quelli maggiormente distratti e gli stranieri invece sono attenti non solo a non dimenticare le proprie cose in spiaggian ma anche a non lasciare una carta di caramelle o un foglio di giornale in spiaggia. Il loro scopo è quello di lasciare il lido esattamente come l’hanno trovato; cosa che un po’ tutti dovremmo imparare a fare.

Leggete tutte le nostre notizie su Google News

S.Marvaldi