CONDIVIDI

monaco di baviera

Cosa vedere a Monaco di Baviera in 2 giorni. Itinerari consigliati e cosa fare

E’ la terza città della Germania ed è molto di più dell’Oktoberfest. Monaco di Baviera (qui la guida completa su tutto ciò che c’è da sapere) è una città infatti che sa offrire moltissimo fra tesori d’arte, musei, parchi, laghi nelle vicinanze, gallerie d’arte e perfino una movida scatenata. La capitale della Baviera ne ha davvero per tutti. Non a caso è una delle città tedesche più amate dagli italiani e si sta sempre più guadagnando un posto nell’avanguardia internazionale con i suoi progetti d’architettura a firma dei più grandi archistar mondiali.

Leggi anche -> OktoberFest 2018: tutte le informazioni utili

Cosa vedere a Monaco di Baviera in 2 giorni

Il centro di Monaco di Baviera racchiude moltissimi tesori e attrazioni che potrete facilmente visitare anche a piedi. A Monaco dimenticatevi la macchina: il centro storico è completamente pedonale. La macchina vi sarà utile solo per allontanarvi dalla città e vedere alcune attrazioni e luoghi poco distanti da Monaco, ma state solo due giorni potete farne a meno. Ma se la vostra permanenza a Monaco è di 2 giorni dedicatevi interamente al centro città.

PRIMO GIORNO
Il primo giorno a Monaco dedicatelo alla visita del centro storico e questa visita non può non partire dal cuore pulsante della città, MarienPlatz. Questa è la piazza più antica della città, qui si affaccia il Vecchio Municipio e il Nuovo Municipio con la sua torre alta 85 metri e il Glockenspiel, il carillon che suona ogni giorno alle 11, alle 12 alle 17. Prendetevi una birra e godetevi questo spettacolo. Questa è anche la piazza dove a dicembre si svolge il Christkindlemarkt, il mercatino di Natale. Da qui a pochi metri sorge il Duomo di Nostra Signora, Frauenkirche, un imponente costruzione tardo gotica che vedrete in ogni cartolina di Monaco con le sue due altissime torri.

Dalla parte opposta della piazza visitate la Peterskirche, la chiesa più antica di Monaco, in stile tardo barocco. Da qui muovetevi verso il Viktualienmarkt, il mercato, aperto tutto l’anno, ospita 140 bancarelle che offrono ogni tipo di cibo e tantissime di fiori. Fu costruito nel 1807, gravemente danneggiato nella seconda guerra mondiale, fu sistemato ed oggi ospita tantissimi festival e manifestazioni. A questo punto sarà l’ora giusta per andare all’Hofbrauhaus, il birrificio Nazionale della Corte di Monaco. Risalente alla fine del 1600 ricostruita negli anni ’60 è un’immensa birreria che ospita fino a 3mila persone.

Camminate lungo la Maximilianstrasse, la via più elegante di Monaco con negozi e palazzi barocchi e arrivate fino alla Residenz, la residenza invernale ufficiale dei sovrani di Baviera dal 1385 al 1918. Vedere l’interno della Residenz vi porterebbe via troppo tempo, se avete del tempo affacciatevi nei cortili per ammirarla dall’esterno. In questa zona, l‘Altstadtring, vedrete anche il Theatinekirche e il Teatro dell’Opera.

SECONDO GIORNO
Il vostro secondo giorno a Monaco potete passarlo fra musei e parchi, castelli e surfare! Sì, avete capito bene: a Monaco esiste l’onda statica cittadina che permette di estate di essere cavalcata.

Se avete voglia di un giro fra i musei potete andare a visitare il museo della BMW e da lì nella zona Olimpica salire sulla Torre alta 800 metri per avere una vista sulla città e non solo: nei giorni di bel tempo e cielo terso la vista spazia fino alle alpi! Se avete scelto questa zona della città potete poi spostarvi a Nymphenburg, il castello estivo dei sovrani, e concedetevi una bella passeggiata nell’immenso parco.

Se siete interessati ad altro tipo di Musei potete scegliere fra il Deutsches Museum, il più grande museo del mondo di scienza e tecnica. Concentratevi su cosa volete vedere perché è davvero enorme e potreste uscire fuori estenuati dal giro. Se amate l’arte ci sono tre pinacoteche, la Vecchia, la Nuova e la Moderna che ospitano capolavori di Van Gogh, Rubens e degli impressionisti francesi come Monet e Manet. A poca distanza si trova l’Englischer Garten, creato nel ‘700, e diventato uno dei più grandi parchi cittadini del mondo. Potrete rilassarvi fra il lago il giardino giapponese, il tempietto neoclassico e gli immensi spazi verdi. Da qui potete poi bere un caffè o cenare a Leopoldstrasse.
Se siete in estate date un’occhiata ai giovani che praticano surf in mezzo alla città. Quest’onda statica cittadina si trova vicino al museo Haus der Kunst e indipendentemente dal vento troverete sempre dei giovani con la tavola pronti a surfare.

Leggi anche -> Come arrivare a Monaco di Baviera dall’aeroporto

Leggi anche -> Come muoversi a Monaco di Baviera: guida ai mezzi pubblici