CONDIVIDI
Rolando Scarpellini
Rolando Scarpellini

Firenze: Rolando Scarpellini, ex calciatore di calcio storico fiorentino, perde la testa, aggredisce una donna, poi spara.

Un pomeriggio di ordinaria follia, ieri a Firenze, quando Rolando Scarpellini, un ex calciatore di calcio storico fiorentino di 48 anni, ha tenuto sotto scacco il quartiere dell’Isolotto. Stando alla ricostruzione, infatti, l’uomo si era presentato nel bar della compagna e aveva minacciato una collega della donna con una pistola. Successivamente sarebbero poi stati sentiti degli spari in zona. L’intero quartiere era stato blindato dalla polizia.

Leggi anche –> Federico Zini, ecco chi è il calciatore che ha ucciso la ex a Prato e poi si è suicidato

La fuga di Rolando Scarpellini e l’arresto

L’uomo avrebbe poi raggiunto Via Andreotti portando con se l’arma. Le forze dell’ordine si erano recate invano presso l’abitazione dei genitori di Rolando Scarpellini. Per una notte intera, il 48enne sarebbe stato cercato ovunque, poi lui stesso avrebbe detto di essere nascosto in un appartamento di Via Canova, non distante dalla sua casa, sempre nella zona dell’Isolotto. “Non volevo fare del male a nessuno, non volevo fare male a nessuno”, ha detto l’uomo una volta fermato.

Rolando Scarpellini è entrato ieri intorno a mezzogiorno nel bar della compagna, ne è nata una discussione e la donna è scappata via, così l’uomo si è scagliato contro una sua collega, l’ha colpita con uno schiaffo e ha gettato a terra degli oggetti. Ha quindi provato a cercare la compagna, poi non trovandola è ritornato nei pressi del suo magazzino e ha sparato in aria alcuni colpi di arma da fuoco. L’uomo fa l’imbianchino e a quanto pare sta attraversando un periodo di forte tensione. Si è arreso al termine di una trattativa con le forze dell’ordine dopo quasi un giorno in fuga.

Leggi anche –> Ex calciatore dell’Udinese muore soffocato