CONDIVIDI
Funerali di Stato
(Screenshot Video)

Sono appena cominciati di funerali di Stato per le vittime del crollo del Ponte Morandi, a differenza di quanto si pensasse i membri del governo sono stati accolti dagli applausi dei presenti, così come i soccorritori.

Il crollo del Ponte Morandi ha causato 41 vittime (38 quelle accertate) e oggi, al centro fieristico di Genova si stanno tenendo i funerali di Stato, un atto dovuto da parte del governo per una tragedia che non ha giustificazioni. Nel padiglione sono presenti 19 bare (le altre sono state reclamate dai parenti per un funerale privato) e attorno a loro ci sono amici, parenti e semplici cittadini colpiti dalla tragedia. Nei minuti precedenti all’inizio della funzione sono giunti nel padiglione tutti i rappresentati del governo, il premier Conte, i vice premier Di Maio e Salvini, tutti i ministri ed infine il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, arrivato per ultimo dopo essere andato sul luogo del disastro. Mattarella è apparso molto commosso e prima dell’inizio della funzione ha abbracciato e offerto parole di conforto alle persone accanto a lui.

Leggi anche -> Disastro di Genova, ha ceduto uno dei tiranti: come è avvenuto il crollo

Leggi anche -> Disastro Genova: recuperata l’auto in cui viaggiava una famiglia, il bilancio sale a 41

Disastro Genova, funerali di Stato: applausi per il governo e per i vigili del fuoco

A differenza di quanto si era pensato nei giorni scorsi non c’è stata alcuna contestazione per i membri del governo. L’ipotesi di contestazione era dovuta al rifiuto di alcuni parenti delle vittime a presenziare ai funerali di Stato,  invece tutti i politici sono stati accolti con applausi scroscianti, a dimostrazione del fatto che è stato apprezzato l’impegno profuso e le parole di conforto di questi giorni. Applausi anche per i vigili del fuoco e i soccorritori che in questi giorni si sono impegnati anima e corpo per salvare i feriti e recuperare i corpi delle persone morte nel crollo.