CONDIVIDI
Credono sia congiuntivite invece è meningite: tragedia per una bimba di 9 anni
(Websource)

Durante il viaggio di nozze in Cornovaglia la figlia sviluppa un fastidio agli occhi ed alla testa ed i genitori pensano sia congiuntivite. Tornati dal viaggio scoprono che si tratta di meningite e che i piedi sono entrati in necrosi.

Un viaggio di nozze in Cornovaglia si è tramutato in tragedia per una famiglia inglese: la figlia della coppia ha sviluppato un forte fastidio agli occhi e relativo mal di testa che si sono rivelati essere sintomi di una meningite. In un primo momento i due novelli sposi hanno sottovalutato la cosa ritenendo che si potesse trattare di una congiuntivite relata ai numerosi bagni in piscina fatti dalla bambina, ma quando sono tornati dal viaggio le sue condizioni sono peggiorate sensibilmente e sono stati costretti a portarla in ospedale.

Leggi anche -> La bella storia di Sophie, colpita da meningite e 6 tumori riesce a sopravvivere

Il ritorno dal viaggio e l’eruzione cutanea sulle gambe della bimba

Di ritorno a Birmingham la piccola Brogan Lei Patridge aveva dolori sempre più forti, inoltre sulle sue gambe si era formata una brutta eruzione cutanea ed i genitori hanno deciso di portarla in ospedale. Le analisi hanno mostrato i sintomi di una meningite, le eruzioni cutanee erano invece l’evidenza di uno stato necrotico che si diffondeva rapidamente. I medici sono stati costretti ad amputare il piede sinistro e due anni dopo, nonostante i tentativi di combattere la malattia e di salvare il piede, anche l’altro.

Adesso la piccola Brogan è costretta a muoversi su una sedia a rotelle e si strugge perché non si capacita del fatto che non potrà mai più camminare o giocare come gli altri bambini. Nonostante questo, la madre della piccola spiega che la figlia è forte e reagisce alle avversità in maniera positiva. Intervistata dai media locali, la piccola ha infatti dichiarato: “Sono seccata perché non riesco a muovermi correttamente. Ma tutti i medici sono gentili e non vedo l’ora che arrivi la mia sedia a rotelle”.

Leggi anche -> Umbria: nuovo caso di meningite dopo il ricovero di Marco Bocci