CONDIVIDI
(Websource)

Un treno ha travolto una famiglia in Calabria ed i due bambini sono morti mentre la madre è stata ricoverata in gravissime condizioni.

Sulla linea ferroviaria jonica a Brancaleone, a Reggio Calabria, due bambini che si trovavano assime alla loro mamma sono stati travolti da un treno in corsa mentre stavano attraversando i binari. Il convoglio stava procedendo regolarmente sui binari quando ha visto la famiglia attraversare ma non ha fatto in tempo ad arrestare la sua corsa. La madre con i due bambini, di 6 e 12 anni, era intenta ad attraversare per recarsi al mare, al di là dei binari.

Leggi anche —> Savona, lasciano i figli da soli e questi incendiano casa: genitori sotto accusa

Treno travolge madre e due figli sulla linea ferroviaria jonica in Calabria

La tragedia si è consumata nel giro di pochi attimi per la madre che stava attraversando i binari con i suoi due bambini, di 6 e 12 anni. La donna 49enne voleva raggiungere con i figli il mare, che si trova immediatamente dopo i binari della linea jonica, ma evidentemente non si è resa conto dell’arrivo del treno. La madre è Rimasta ferita in modo molto grave nell’impatto ed è ricoverata in prognosi riservata in ospedale ma, per i due piccoli, non c’è stato nulla da fare. I due bambini, un maschio di 12 anni ed una femmina di 6, infatti, sono morti sul colpo, non appena si è verificato l’impatto con il treno.

Leggi anche –> Terni, neonato abbandonato e morto: il compagno con lei a fare la spesa, non sapeva fosse incinta

L’incidente è accaduto alle 15:30 circa nel pomeriggio di oggi e si è verificato sulla linea ferroviaria jonica, nel tratto fra Brancaleone e Locri, in contrada San Giorgio. Ad investire la famiglia sarebbe stato un treno che percorre la tratta Melito Porto Salvo – Catanzaro Lido e, secondo le prime ipotesi, l’incidente è avvenuto perchè la madre ed i due bambini non si sono accorti dell’arrivo del treno. Sul luogo dell’impatto, nonostante sia ripreso il regolare servizio, sono ancora in corso le indagini ad opera dell’Autorità Giudiziaria e delle Forze dell’Ordine.

Marta Colanera