CONDIVIDI
robot che porta il bagaglio
Robot Klm Care-E (Screenshot video KLM)

Il robot che porta il bagaglio e ti accompagna al gate in aeroporto. Un vero e proprio assistente che è più di un semplice carrello. La novità di KLM negli aeroporti americani.

Si chiama Car-E ed è il nuovo carrello robot della compagnia aera KLM che trasporta il bagaglio del passeggero e allo stesso tempo lo scorta per l’aeroporto fino al gate d’imbarco giusto. Una grande comodità e un servizio avveniristico in un mondo dove i robot svolgeranno compiti sempre più importanti e sofisticati, grazie all’intelligenza artificiale. Vediamo come funziona il nuovo servizio di KLM.

Il robot che porta il bagaglio e scorta i passeggeri in aeroporto

Un simpatico carrello robot di colore azzurro vi porterà il bagaglio e vi accompagnerà al gate d’imbarco negli aeroporti di New York-JFK e di San Francisco. Si tratta della novità della compagnia aerea olandese KLM per tutti i suoi clienti, il carrello robot si chiama Car-E, ha un aspetto simpatico, interagisce con suoni e luci e il colore azzurro è quello ufficiale di KLM.

Le nostra vita quotidiana in un prossimo futuro, neanche tanto lontano, sarà sempre più caratterizzata dalla presenza dei robot che svolgeranno compiti fondamentali nell’accesso e nella fornitura di servizi indispensabili. Si parte dagli ambienti più evoluti e tecnologici, tra i quali ci sono gli aeroporti. Così capita che per trasportare il bagaglio da un capo all’altro di un caotico grande aeroporto e soprattutto per districarsi alla ricerca del gate di imbarco del volo intervenga in nostro aiuto un piccolo ma efficiente carrello azzurro, che si anima con suoni e luci quasi come il piccolo C1-P8 o R2-D2, per stare alla versione aggiornata di Star Wars.

robot che porta il bagaglio
Robot Klm Care-EW (Screenshot video KLM)

Il carrello si chiama Car-E ed è stato ideato dalla compagnia aerea KLM, di cui porta il colore ufficiale, e dopo i test iniziali di luglio, entrerà in servizio il prossimo agosto nei giganteschi scali JFK di New York e all’aeroporto internazionale di San Francisco.

Il simpatico ed efficiente robot Car-E sarà disponibile per i passeggeri KLM oltre la barriera dei controlli di sicurezza e potrà trasportare fino a 38 kg di babagli. Per scortare i passeggeri al gate d’imbarco del loro volo, nei labirintici aeroporti di New York e San Francisco, il robot scansionerà la carta d’imbraco, quindi guiderà i passeggeri  verso la giusta direzione, ma allo stesso tempo li seguirà ovunque vogliano andare, ad esempio se vogliono fermarsi a prendere un caffè o mangiare qualcosa, s vogliono fare acquisti al duty-free shop, così come li aspetterà fuori dalla toilette. Dopo le soste, il piccolo robot Car-E proseguirà in direzione del gate d’imbarco, fino a destinazione. Il robot-carrello sarà sempre qual è il gate giusto, perché sarà collegato in tempo reale con il database di arrivi e partenze dei voli, quindi saprà sempre se gli orari del volo o il gate siano cambiati, guidando il passeggero di KLM all’imbarco del suo volo. Un aiuto importante, specialmente in aeroporti molto grandi dove è facile perdersi.

robot che porta il bagaglio
Robot Klm Care-EW (Screenshot video KLM)

Car-E è stato progettato per essere pratico ed efficiente, ma anche gradevole e simpatico, con le indicazioni date tramite i suoni e le animazioni luminose sul suo pannello di controllo, situato nella parte superiore, sul diisplay Led 4K che fa da “volto” al robot. Suoni e luci familiari che permettono di interagire con Car-E a chiunque, senza che ci sia bisogno di conoscere l’olandese o l’inglese. Il robot azzurro è dotato di telerilevamento laser Lidar per evitare collisioni e ostacoli, dispone di una mappatura dell’aeroporto in 2D, ha una camera Rgb-D per scansionare le carte d’imbarco e otto misuratori di distanza a ultrasuoni.

L’unico inconveniente, se così si può dire, è che è non è indicato per i ritardatari. Chi arriva di corsa in aeroporto, all’ultimo minuto deve fare da sé perché il robot Car-E si muove a soli 5 km orari e dunque si rischia di perdere il volo.

Se invece si arriva in aeroporto in anticipo si può utilizzare il robottino in tutta tranquillità e magari farsi guidare anche verso i punti di interesse dello scalo, dai negozi ai ristoranti alle lounge, oltre verso il gate giusto.

Il servizio di Car-E sarà gratuito per i passeggeri KLM.

robot che porta il bagaglio
Robot Klm Care-EW (KLM)

Dopo il lancio a New York e San Francisco, KLM ha in programma di estendere il servizio del robot azzurro anche all’aeroporto di Amsterdam-Schiphol  e poi nei principali hub di KLM. Aspettiamo dunque l’arrivo del piccolo robot azzurro anche in Europa.

Robot e intelligenza artificiale scandiranno le nostre giornate in un mondo sempre più tecnologico.

Il video che mostra il funzionamento del robot-carrello Car-E di KLM.

A cura di Valeria Bellagamba