CONDIVIDI
Serle
La piccola Iushra (Web)

Serle, bambina scomparsa: “Mia figlia è stata rapita, non può essere svanita nel nulla”. 

Dopo il disperato appello di qualche ora fa torna a parlare il papà di Iushra, la bambina di 12 anni autistica scomparsa nei boschi di Serle in provincia di Brescia durante una gita e apparentemente svanita nel nulla. A questo punto, dopo che niente e nessuno è riuscito a non solo a trovare lei, ma nemmeno a intravedere qualsiasi tipo di traccia che potesse aver lasciato, prende corpo sempre di più l’ipotesi del rapimento. Ed è proprio il padre della piccola a rilanciare questa tesi.

Leggi anche –> Serle, bimba scomparsa, finite le ricerche: La disperazione del padre

Bambina scomparsa a Serle, il padre è sicuro: “Mia figlia è stata rapita”

“Se nel bosco non c’è, non può essere sparita. E allora sono convinto che qualcuno l’abbia presa, che qualcuno l’abbia portata via” ha detto l’uomo al Giornale di Brescia. E la moglie qualche ora prima aveva detto: “Non so dove sia, ma credo sia con qualcuno”. La tesi del rapimento del resto era stata timidamente proposta diversi giorni fa da molti dei soccorritori che non riuscivano a trovare la piccola, ma gli inquirenti avevano sempre detto fino all’ultimo che si trattava di una delle ultima piste possibile, non esclusa a priori, ma quasi impossibile. E invece, alla fine, quando tutti i soccorritori se ne sono andati e i posti di blocco sono stati rimossi, sembra tristemente e drammaticamente che l’ipotesi rapimento sia la più plausibile.

Leggi anche –> Serle, bimba scomparsa, la Prefettura si arrende: “Per trovarla abbiamo fatto il possibile”