CONDIVIDI
Papa Francesco e i migranti: un messaggio per Famiglia Cristiana?
(Screenshot Video)

Papa Francesco torna a parlare dei migranti. Questa volta non si sofferma sul dovere dell’accoglienza ma invita tutti a spendersi contro la schiavitù lavorativa e personale che deriva proprio dalla tratta dei migranti.

Non è insolito che il Santo Padre si soffermi a parlare della questione migranti, un argomento che gli sta particolarmente a cuore poiché l’accoglienza è uno dei capi saldi della dottrina cristiana. In questo 2018 papa Francesco ha più volte ribadito che gli italiani devono aprire il cuore ai migranti e che le istituzioni devono fare in modo di assicurare ai nuovi arrivati una condizione di vita favorevole che gli permetta di integrarsi nel tessuto societario. Ad inizio anno si è pure rivolto ai migranti ed ha detto loro il compito primario è quello di conoscere e rispettare la cultura e le tradizioni del Paese che li ospita in modo tale da permettere ai locali di essere maggiormente ben disposti nei loro confronti. Nell’Angelus di questa domenica, invece, il pontefice si è concentrato sulla condizioni di schiavitù che la tratta di migranti impone a queste persone e del dovere che hanno tutti i cristiani di combattere questa forma di sfruttamento della persona, questa ingiustizia che va avanti da decenni.

Leggi anche -> Salvini-Satana, la protesta del PD in aula con la copertina di Famiglia Cristiana – VIDEO

Leggi anche -> Don Morselli difende Salvini da Famiglia Cristiana: “Non è contro il Vangelo”

Papa Francesco parla della tratta dei migranti: “Contrastare con fermezza questo vergognoso crimine”

Papa Francesco ha ricordato ai presenti che oggi ricorre la ‘Giornata Mondiale contro la tratta di persone‘ proposta dalle Nazioni Unite, quindi si sofferma ad analizzare un fenomeno criminale aberrante che esiste da troppo tempo dicendo: “Una piaga che riduce in schiavitù molti uomini, donne e bambini con lo scopo dello sfruttamento lavorativo e sessuale, del commercio di organi, dell’accattonaggio e della delinquenza forzata, anche qui a Roma”. L’aver evidenziato che tale fenomeno non è distante dai nostri territori lo porta a sottolineare che anche nelle rotte migratorie verso l’Europa si nasconde questo crimine contro l’umanità: “Anche le rotte migratorie sono spesso utilizzate da trafficanti e sfruttatori per reclutare nuove vittime della tratta”. Quindi conclude la frase con un’esortazione che sembra combaciare con l’attuale politica dura applicata da Salvini: “Responsabilità di tutti per contrastare con fermezza questo vergognoso crimine”.

Alcuni pensano che questa frase possa essere un messaggio velato a ‘Famiglia Cristiana‘ per la copertina contro Salvini, ma probabilmente si tratta di un’ipotesi forzata. Sebbene il Santo Padre sia d’accordo con la necessità di contrastare il crimine dietro le rotte migratorie, non è dato sapere quale siano le modalità di contrasto a cui si fa riferimento in quanto non specificate.

Leggi anche -> Salvini: “Mi hanno attaccato Nina Zilli e Ghali, ma chi ca**o sono?” – VIDEO