CONDIVIDI

Don Morselli difende Salvini da Famiglia Cristiana: "Non è contro il Vangelo"Don Morselli si schiera in difesa del ministro dell’Interno Matteo Salvini dopo la copertina di Famiglia Cristiana, sostenendo che il leghista non è contro i principi del Vangelo.

Quella copertina di ‘Famiglia Cristiana‘ in cui Matteo Salvini viene affiancato dal versetto biblico “Vade Retro” che sembra identificare l’azione politica del ministro dell’Interno in politiche suggerite da Satana ha creato non poche polemiche in Italia, dividendo l’opinione pubblica di fede cattolica o meno in due schieramenti. A prendere le difese del leader della Lega è sorprendentemente don Morselli, il quale polemizza sulla scelta di utilizzare una frase tipicamente da esorcista in un periodo storico in cui anche la Chiesa ed i sacerdoti credono meno nell’esistenza del diavolo: “Proprio in epoca in cui scarseggiano esorcisti perché, come diceva P. Amorth: ‘I vescovi non credono più al demonio’, ecco Famiglia cristiana nei panni dell’ ‘Ultimo esorcista'”, dice il sacerdote in un intervista concessa a ‘Il Giornale‘, quindi aggiunge: “Ci sarebbe da sorridere, se non ci fosse da piangere, per un approccio che è fideista, maldestramente emotivo e senza ragioni: il cardinal Caffara parlava di una fede esclamata, ma non pensata”.

Leggi anche -> Saviano indagato per diffamazione dopo la denuncia del Ministro dell’Interno Salvini

Leggi anche -> Nina Zilli insulta Salvini dal palco, scoppia la polemica – VIDEO

Don Morselli: “Salvini contro il Vangelo? No, i cattolici dovrebbero schierarsi con lui”

Dopo aver definito la posizione di ‘Famiglia Cristiana’ come fede esclamata ma non pensata, il sacerdote spiega a ‘Il Giornale’ per quale motivo a suo modo di vedere la posizione politica di Salvini sui migranti non può essere considerata contraria ai precetti del Vangelo: “Non è contro l’accoglienza dei migranti tout-court, ma vuole semplicemente cambiare il modo con cui il problema dei flussi migratori è stato gestito in Italia. E in questo si pone contro i poteri forti, che come gli alchimisti giocano sulla sostituzione della civiltà cristiana, e i loro utili idioti (nel senso leninista, specifica don Alfredo, ndr): chi ci ‘mangia sopra’ e anche chi, in un modo un po’ ingenuo, sostiene questi progetti mondialisti senza rendersi conto della loro portata”.

Infine quindi si oppone all’idea che i cittadini di fede cattolica dovrebbero andare contro Salvini ed anzi dice: “In questo momento direi che bisogna far fronte con il ministro Salvini: non per fare una nuova Democrazia Cristiana leghista, ma per sostenerlo tanto quanto la sua azione è coerente con il diritto naturale. È quel tipo di azione politica favorita da San Pio X per traghettare i cattolici dal non expedit verso un’azione storicamente incisiva sul piano sociale”.

Leggi anche -> Abusi su una bambina in un centro d’accoglienza, Salvini: “Schifoso”