CONDIVIDI
Paolini
(Screenshot)

L’attore Paolini distrutto dopo l’accusa di omicidio stradale: “E’ crollato tutto”. 

L’incidente stradale provocato dall’attore Marco Paolini ha avuto esiti drammatici con la morte di una delle due donne coinvolte, Alessandra Lighezzolo di 53 anni. L’uomo ha tamponato l’auto sulla quale viaggiavano le due donne con estrema violenza tanto che la loro Fiat 500 ha preso il volo ribaltandosi e finendo sull’altro tratto di tangenziale. La donna apparsa subito gravissima è morta qualche ora dopo in ospedale e per Paolini è scattata l’accusa di omicidio stradale. Lui ha ammesso tutte le colpe spiegando di essere stato distratto da un forte accesso di tosse.

Leggi anche –> Grave incidente stradale per l’attore Marco Paolini, l’auto vola oltre la barriera della tangenziale

Per Paolini però da quel giorno è cambiato tutto e lo scrive lui stesso in una lettera inviata agli organizzatori del Pelmo d’Oro, a Rocca Pietore, in provincia di Belluno, che lo aspettavano per dargli il prestigioso premio.

Ecco le sue parole lette dal presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin: “Signori e signore, mi avete fatto l’onore del conferimento del Pelmo d’Oro alla Cultura Alpina 2018. Mi sono sentito fiero e motivato da questo riconoscimento, ne ho ricavato impulso a continuare ad occuparmi della terra dove sono nato e che mi ispira costantemente. Ho sentito questa come un’occasione in più per marcare l’appartenenza a una comunità, quella bellunese, che in tanti modi mi ha fatto negli anni sentire il suo affetto e sostegno. Il mio carattere somiglia alle Alpi, nel bene e nel male. Le Crode sembrano eterne, poi un giorno un pezzo viene giù di schianto e quel che resta è diverso da prima. Uno di quegli schianti, qualche giorno fa, è successo a me, e niente è più come prima. È per me necessario tenere un profilo basso, per rispetto alle parti lese, alla mia famiglia, alla giustizia, alla dignità del mio lavoro artistico passato e futuro. Nessuno meglio della mia gente può capire come certe volte sia meglio tacere”.

“Camminando sui sentieri quest’estate mi capiterà l’occasione di un chiarimento a tu per tu anche con il Pelmo nell’ora in cui diventa d’oro. L’ora dell’enrosadira. Mi scuso per l’imbarazzo e i problemi pratici che tutto questo comporta”.

Leggi anche –> Marco Paolini, incidente d’auto: morta la donna tamponata dall’attore