CONDIVIDI

 

.

Con l’inizio dell’esodo estivo attivi i nuovi tutori in alcuni tratti di autostrada. Ecco dove saranno

L’estate delle partenze entra nel vivo ed entrano in azione anche i nuovi tutor in autostrada. Da venerdì 27 luglio i nuovi sistemi di monitoraggio della velocità verranno attivati in alcuni tratti, quelli più trafficati, della rete autostradale italiana. C’è la possibilità ancora che l’attivazione slitti al weekend successivo, ossia il fine settimana del 4 e 5 agosto, ma in ogni caso per il grande esodo di agosto i sistemi di rivelazione saranno funzionanti.

Leggi anche -> Esodo estivo 2018: il calendario dei giorni da bollino nero

A fine maggio scorso per decisione della Corte di Appello di Roma sono stati disattivati i 333 tutor che coprivano gli oltre 3mila chilometri di autostrade in seguito ad un lungo contenzioso sul progetto. I nuovi tutor, che per ora verranno montati solo su alcuni tratti di autostrade, sono molto più precisi dei precedenti. Hanno una velocità di scansione della targa migliore e sono in grado di leggerla anche in condizioni non ottimali. Con il vecchio sistema circa il 4% delle rivelazione doveva essere buttato in quanto impreciso: venivano spesso confusi i numeri specie quando la targa era sporca. Ora non succederà più.

Le autostrade con i nuovi tutor

Al momento, in questa prima fase sperimentale, saranno una ventina i tratti autostradali dove verranno attivati i nuovi tutor. La competenza dell’attivazione è esclusiva della Polizia Stradale. Dove saranno montati i nuovi tutor sono i tratti autostradali più trafficati e che proprio nei prossimi giorni dell’esodo estivo vedranno una particolare concentrazione di veicoli.

Le tratte dove saranno attivi i nuovi tutor sono: la A1 Milano-Napoli, la A10 Genova-Ventimiglia, la A14 Adriatica Bologna-Taranto, la A16 Napoli-Canosa, la A24 Roma-Teramo e la A25 Torano-Pescara. I tutor saranno negli stessi punti dove erano presenti i vecchi sistemi di rivelazione.