CONDIVIDI
Cristiano Ronaldo
(Getty)

Il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis spiega perché non ha comprato Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo è un calciatore della Juventus, è arrivato a Torino e si sta presentando ai suoi nuovi tifosi. E questo, a meno che non viviate su Marte, lo sapevate già. Ciò che forse non sapete è che, prima di accordarsi con la Juve, Ronaldo è stato ad un passo dal Napoli. Lo ha svelato il presidente azzurro, Aurelio De Laurentiis, che in questo momento è in ritiro a Dimaro con la squadra e ha già presentato il nuovo allenatore Carlo Ancelotti. Poi nei giorni successivi ha svelato una trattativa sommersa, che non è mai venuta fuori e che sarebbe stata davvero clamorosa. “Stavo trattando con Jorge Mendes la cessione di Rui Patricio, poi i problemi dello Sporting ci hanno fatto desistere dal possibile affare. Ma con Mendes c’è uno splendido rapporto di collaborazione, e quindi ad un certo punto mi ha proposto l’affare Ronaldo”. Colpo di scena, così come è un colpo di scena la risposta di ADL: “Tesoro mio, questa è una operazione da 350-400 milioni, ma se un’operazione così non mi fa crescere il fatturato oltre i 350 non ne vale la pena. Era un’operazione complessa, ci abbiamo pensato ma Jorge Mendes è un tipo molto veloce, sempre di corsa, e non aveva il tempo per strutturare una operazione così complessa”.

Cristiano Ronaldo al Napoli, il retroscena svelato da De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Alla fine non se ne è fatto nulla, come dimostra il successivo passaggio del portoghese alla Juventus, che si è inserita nell’affare e l’ha chiuso in quattro e quattr’otto. Ma l’idea ci è stata, eccome se ci è stata: “Ci ho pensato – continua De Laurentiis – ma poi ho pensato anche agli altri effetti collaterali. CR7 avrebbe stordito tutti, e probabilmente per il resto della squadra avrebbe avuto ripercussioni non da poco”. Si parla di un possibile scambio Suso-Callejon e in città gira voce di un clamoroso affare Cavani-Napoli, ma De Laurentiis non si sbottona e resta sul concreto: “Non mi risulta nulla di tutto ciò. Arriverà un terzino destro e poi dovremo dare il tempo ad Ancelotti per valutare bene la rosa”.