CONDIVIDI
Thailandia
(LILLIAN SUWANRUMPHA/AFP/Getty Images)

Thailandia: salvati i dodici ragazzi, tutti membri di una squadra di calcio, intrappolati in una grotta da giorni insieme al loro allenatore.

Si è conclusa nel migliore dei modi la disavventura di dodici ragazzi thailandesi e il loro allenatore di calcio che hanno trascorso otto notti in fondo a una grotta. Narongsak Osatanakorn, il governatore della provincia di Chiang Rai, a capo delle operazioni di soccorso, ha dato un annuncio lieto: “Li abbiamo trovati ed erano tutti e 13 vivi. Ci prenderemo cura di loro sino a quando potranno spostarsi”.

Leggi anche –> Frana sulle case, dramma per 12 persone in Calabria – VIDEO

Una settimana senza notizie dei dodici ragazzi thailandesi

I ragazzini, di età compresa tra gli undici e i sedici anni, si erano avventurati nella grotta di Tham Luang al termine di un allenamento di calcio. Qui però erano rimasti intrappolati a causa delle piogge monsoniche. Il miglioramento del clima ha contribuito ad agevolare le ricerche. Le squadre di soccorso hanno tentato di raggiungere più a fondo le camere della grotta di Tham Luang nella speranza di localizzare i bambini.

In questi giorni, nonostante lo sforzo instancabile e l’assistenza internazionale, non c’è stato alcun contatto con il gruppo da quando sono stati segnalati come dispersi e le piogge monsoniche hanno complicato il salvataggio bloccando i passaggi. Infatti, alle operazioni di salvataggio hanno contribuito soccorritori da tutto il mondo, tra gli altri, cinesi, americani e australiani.

Leggi anche –> Nubifragio Ancona: traffico bloccato, salve due donne

La preghiera del Papa per i dodici ragazzi thailandesi

Una speranza si era accesa ieri con le parole di Nopparat Khanthavong, addetto della squadra di calcio: “Mi sento felice come non mi sono mai sentito da molto tempo, molti buoni segnali. La pioggia si è interrotta e le squadre di soccorso hanno trovato potenziali modi per deviare il corso d’acqua, deviando il suo flusso in modo che non ci sia più acqua nella grotta. Anche le famiglie si sentono molto meglio”.

Ieri per quei ragazzini dispersi e il loro allenatore aveva pregato anche Papa Francesco all’Angelus. Tham Luang è una delle grotte più lunghe e difficili della Thailandia. Ma i ragazzi la conoscevano bene e non era la prima volta che andavano in esplorazione.