CONDIVIDI

Le previsioni meteo per luglio 2018. L’ondata di caldo di questi giorni potrebbe essere l’unica di questa estate 2018

Luglio è iniziato sotto l’egida del caldissimo Anticiclone africano, soprannominato Caronte. Ovunque le temperature si sono notevolmente alzate e l’afa la fa da padrone soprattutto nelle grandi città del Nord. Un clima prettamente estivo, che però come abbiamo detto, non durerà a lungo. Al settentrione fra domani e mercoledì arriverà una perturbazione atlantica, al Centro e al Sud il maltempo arriverà sul finire della settimana.

Gli esperti del meteo d’altronde avevano avvertito che quest’estate 2018 sarebbe stata assai diversa da quella del 2017. E questo, visto quanto si è patito il caldo lo scorso anno, è senz’altro una buona notizia. Solo che l’andamento che ha preso quest’estate, o almeno l’andamento previsto, è di estrema variabilità. Ad ogni ondata di caldo, farà da contraltare una di pioggia e di maltempo.

La buona notizia è che l’Anticiclone delle Azzorre, quello che ci assicura bel tempo e stabilità delle temperature, dovrebbe essere più presente, così da allontanare lo spettro degli anticicloni africani, ma allo stesso tempo non sarà così impermeabile alle avanzate delle correnti atlantiche. Insomma, l’instabilità sarà la caratteristica più smaccata di questa estate 2018.

Leggi anche -> Estate 2018: il vero caldo inizia a settembre

Leggi anche -> Estate 2018, i periodi più caldi di luglio, agosto e settembre

Luglio 2018: giornate più calde dell’estate 

Per chi il caldo non lo sopporta stiamo per dare una bella notizia: le giornate più calde dell’estate 2018 sono probabilmente queste che stiamo vivendo in questi giorni. Questa previsione, riportata da ilmeteo.it, azzarda l’ipotesi che difficilmente l’anticiclone africano riuscirà almeno nel prossimo mese nuovamente a giungere fino a noi. L’anticiclone delle Azzorre e le correnti atlantiche dovrebbero infatti impedirglielo.

E’ ovviamente una previsione passibile di fallimento, ma dagli studi degli esperti del meteo è indubbia la grande instabilità prevista per i prossimi due mesi. Dai modelli attuali si evince infatti che per il mese di di luglio ci sarà un’alternanza fra giornate soleggiate e veloci temporali refrigeranti e lo stesso sarà anche la prima parte di agosto. In questo quadro è quindi difficile ipotizzare nuove ondate anticicloniche dall’Africa. Ma data l’incertezza di questa estate 2018 nulla si può escludere.

Se così fosse, se questa fosse davvero l’unica ondata anticiclonica africana, staremmo ora vivendo le giornate più calde dell’estate 2018. C’è da dire che anche nel quadro della sola presenza dell’Anticiclone delle Azzorre, le regioni del Sud Italia avranno comunque un termometro bollente in alcuni giorni di questa estate, mentre al Nord la colonnina di mercurio si attesterà su valori più nella norma.