CONDIVIDI
piatti-tipici-calabria-viaggio-sapori-tradizione
iStock

Viaggio nei sapori della Calabria: i piatti tipici e i prodotti della tradizione che dovete assolutamente assaggiare.

L’Italia è uno dei paesi con la più ricca varietà di piatti tipici tradizionali e regionali di quasi tutto il mondo. La cucina è infatti un valore molto importante per il nostro bel paese e, di regione in regione, i piatti cambiano, gli ingredienti anche e le tradizioni culinarie tramandate da generazione in generazione sono tantissime. Questa volta andiamo alla scoperta di alcuni piatti tipici della tradizione calabrese perché, se per questa estate 2018 avete deciso di andare in vacanza in Calabria, sappiate che per fare veramente un viaggio esperienziale al 100% non potete assolutamente rifiutarvi di assaggiare almeno una di queste bontà locali perché la storia passa anche attraverso il cibo.

Cucina calabrese: i piatti da assaggiare in vacanza

Vediamo allora i piatti e prodotti tipici della cucina calabrese.

  • Nduja: questa è sicuramente l’insaccato calabrese più famoso di tutti e pare sia nato nel paese di Spilinga. L’Nduja è a base di carne di maiale e peperoncino ed è diverso da tutti gli altri insaccati perché la sua consistenza è molto morbida ed è perfetto per essere spalmato su dei crostini di pane oppure si può aggiungere ad un sugo per dare ulteriore sapore alla vostra preparazione (oltre alla ‘nduja va nominata sicuramente anche la soppressata, il capicollo e la salsiccia calabrese per dare un quadro completo della bontà della salumeria locale)
  • Lagane e ciciari Ara cusentina: questo piatto della tradizione calabrese è un piatto molto povero.Le lagane sono una prima forma di pasta che ha origini antichissime e veniva impastata con acqua e farina. Di risultato simili a delle Tagliatelle poi venivano condite con un soffritto di olio, aglio, peperoncino e ceci. Se volete quindi assaggiare un vero piatto della tradizione calabrese con origini antichissime questo è ciò che fa per voi.
  • Maccheroni col Ferretto: Questa pasta è tipica non soltanto in Calabria ma è un tipo di pasta fresca abbastanza diffuso in tutte le regioni del sud. A base di semola il ferretto da cui deriva il nome è lo strumento usato per preparare questa tipologia di pasta: veniva usato in passato un piccolo rametto di giunco che veniva intagliato e veniva utilizzato per arrotolare la pasta. Questo tipo di maccheroni sono perfetti con la nduja.
  • Mazzacorde alla Cosentina: in questo piatto vengono riutilizzati tutti le parti più povere e meno nobili dell’animale quindi polmoni, milza, trippa, rete… tutto viene tritato in maniera grossolana e poi vengono avvolti (come una sorta di involtino) nelle budella di agnello. Si fanno un po’ rosolare in padella e dopo si aggiungono pomodori e varie spezie. Le mazzacorde alla Cosentina vengono serviti poi con peperoni e patate e ed è un secondo piatto tipico della tradizione calabrese.
  • Stoccafisso alla mammolese: un altro prodotto straordinario della Calabria che rientra nel mondo del pesce essiccato che un tempo era, ovviamente, un piatto e un prodotto fondamentale nella dieta di tutti coloro che non potevano permettersi il pesce fresco in Calabria, lo stoccafisso è al centro di tantissime ricette. Ma la più importante è quella dello stocco alla mammolese che si fa in un paese nella provincia di Reggio e il pesce viene poi cotto con salsa di pomodoro, patate e peperoni e olive.