CONDIVIDI
quando finisce caldo
(Photo by Spencer Platt/Getty Images)

Le previsioni meteo per inizio luglio 2018. Arriva il caldo dell’anticiclone africano, ma subito torna il maltempo

Quest’estate 2018 a quanto pare non ne vuole proprio sapere di tenerci al caldo. Infatti se è vero che arriverà il temuto Caronte, ovvero l’Anticiclone africano che ciclicamente si espande dal deserto del Sahara fino in Italia, e le temperature diventeranno bollenti è altrettanto vero che Caronte resterà pochissimi giorni per poi lasciare spazio ad una nuova perturbazione.

Gli esperti del meteo ci hanno già preannunciato che quest’estate 2018 sarà caratterizzata dall‘instabilità e dall’alternanza di caldo e fresco. Avremo ondate di caldo intenso a cui faranno seguito giornate fresche e perturbate. Non dovremmo quindi avere grossi problemi di siccità ed ogni volta che non ne potremo più del caldo basterà pazientare qualche giorno per ritrovarci con un giacchetto addosso. Insomma, l’estate 2018 sarà molto diversa da quella del 2017 e secondo alcuni la stabilità del caldo l’avremo solo a settembre.

Leggi anche -> Estate 2018, i periodi più caldi di luglio, agosto e settembre

Leggi anche -> Estate 2018, sarà meno calda del 2017

Previsioni luglio 2018: dopo Caronte arrivano le piogge

Come previsto dagli esperti durante il fine settimana che segna l’ingresso nel mese di luglio sul nostro Paese arriverà il caldo di Caronte, così soprannominato l’anticiclone africano. Le temperature saliranno di parecchi gradi in tutta Italia sia nei valori massimi sia nei minimi. Nelle grandi città del Nord il termometro si assisterà intorno ai 34 gradi, meglio a Roma intorno ai 32 gradi, più caldo nel foggiano e nelle zone interne di Sicilia e Sardegna dove si toccheranno anche i 38 gradi. Avremo le notti tropicali, ovvero notti in cui il termometro non scende mai sotto i 21 gradi.

Man man che ci avviciniamo all’arrivo di Caronte i meteorologi correggono il tiro sulla durata dell’ondata di caldo, almeno in determinate zone del Paese. Al Nord infatti già dal 3 luglio assisteremo ai primi cedimenti dell’anticiclone. Insomma, la fiammata africana non dovrebbe durare al Nord non più di 3 giorni, 5 giorni invece al Centro e al Sud.

Martedì 3 luglio infatti arriverà un’ondata di maltempo che interesserà l’arco alpino per poi estendersi su Piemonte, Lombardia, Emilia e al Centro su Umbria e Toscana. In serata le precipitazioni riguarderanno il Nord Est e la Liguria. L’incontro fra l’aria fresca atlantica e quella calda preesistente creerà un pericoloso mix che darà luogo a temporali e grandinate. Il termometro scenderà almeno di 5 gradi.

Sul resto d’Italia Caronte cercherà di resistere fino al 6/7 luglio quando dovrà arrendersi e cedere il passo all’aria perturbata e ai temporali che dal Nord scenderanno al Centro e al Sud. Calerà il caldo su tutta Italia.